Quantcast

Caro scuola, un salasso la spesa per libri e quaderni

Si torna a scuola: anche quest’anno si preannuncia un'altra stangata per i genitori che si apprestano a comprare tutto il corredo. In dettaglio le spese e i rincari.

Si torna a scuola, oltre alle incertezze conseguenti alla pandemia per le famiglie adesso si pone il problema delle spese da sostenere per il rientro in classe.

Libri, quaderni ma anche zainetti e astuccio all’ultima moda: secondo Federconsumatori, ogni famiglia dovrà sborsare circa 1000 euro per ogni figlio iscritto a scuola: la metà serviranno per acquistare tutto il necessario per tornare a scuola (zaini, astucci, quaderni, diari) ed il resto per libri di testo e dizionari.

I ragazzi sono ancora in vacanza, in Abruzzo la campanella per il rientro a scuola suonerà infatti il 14 settembre; ma nelle cartolerie, ipermercati e librerie è già iniziata la corsa all’acquisto di libri, zaini e tutto quanto concerne il corredo scolastico.

Quest’anno non mancherà nello zainetto degli studenti dai 6 anni in su anche la mascherina, per evitare la diffusione del contagio. Anche qui c’è la possibilità di farla personalizzare o acquistarla in tessuto lavabile.

Settembre, un mese pieno di spese

Oltre le spese per il corredo scolastico, vanno aggiunte quelle per i trasporti (dato che molti ragazzi devono spostarsi con pullman o altro mezzo pubblico).

Poi ci sono le attività extrascolastiche, i corsi di lingua e le eventuali lezioni di ripetizione con insegnanti privati.

Per quanto riguarda i nuclei separati va ricordato che le spese scolastiche rientrando nel mantenimento sordinario in quanto ritenute “una spesa prevedibile”.

Nel 2019 mediamente per i libri + 2 dizionari sono stati spesi in media 470 euro per ogni ragazzo, (3% in più rispetto al 2018).

Un salasso per i genitori dei ragazzi che entrano in prima media o primo superiore, per la seconda media, solo per i libri, la spesa media è di circa 145 euro. A questo si aggiungono circa 533 euro per il corredo scolastico e i ricambi del materiale durante l’intero anno, per un totale di 971 euro.

Un ragazzo di primo liceo spenderà per i libri di testo + quattro dizionari (per gli studi classici) 668 euro, a questi si sommano 533 euro per il corredo scolastico ed i ricambi, per un totale di 1.201 euro.

E se per le elementari non c’è il costo dei libri la stangata arriva proprio dal corredo scolastico.

I bambini corrono dietro le mode e adesso, per uno zaino di marca ci vogliono anche 80/90 euro, dai 15 ai 20 per un diario e anche 45 euro per l’astuccio completo, quello con la zip a più piani.

Quest’anno va per la maggiore lo zaino e l’astuccio di Fortnite, il noto videogioco che sta appassionando i giovanissimi. Non solo, boom di vendite tanto da essere quasi tutto esaurito anche online per quanto riguarda tutta la linea scuola dei “Me contro te”, il duo che spopola su YouTube.

Considerando anche i rincari per ciò che attiene appunto il corredo scolastico, non sono aumentati in media solo i prezzi di zaini, astucci e diari ma anche libri e dei dizionari.

I libri di testo ed i dizionari, inoltre, costano ancora di più per gli studenti dei licei quindi la cifra che i genitori spenderanno sarà ancora maggiore.

Un consiglio può essere quello di cercare di risparmiare su ciò che è superfluo: evitando ad esempio di acquistare un nuovo zaino se quello dello scorso anno è ancora utilizzabile ed evitare di seguire le mode acquistando astucci o diari troppo di tendenza ma piuttosto utilizzare ciò che già si ha o acquistare qualcosa con disegni e fantasie “neutre”.

I libri di testo

Anche per quanto riguarda i libri di testo, può essere utile informarsi sui mercatini dell’usato o su chi vende libri usati in buone condizioni, per risparmiare su questo costo. A L’Aquila ci sono le rivendite dell’usato anche nelle librerie. Utile anche il passaparola o i gruppi sui social dove potersi scambiare libri di testo o altro materiale scolastico.

Libri di testo e bonus libri 

Per quanto riguarda i libri alcuni comuni hanno attivato la possibilità di recuperare parte delle spese con il bonus.

La grandi città che hanno dato il via al Buono Libri sono Roma e Napoli. A Roma l’iniziativa è rivolta agli alunni e studenti delle scuole secondarie di I e II grado statali e private paritarie, residenti nel territorio di Roma Capitale e appartenenti a nuclei familiari con indicatore Isee non superiore ad euro 15.493,71. A Napoli invece potranno richiedere il bonus le famiglie degli studenti e degli alunni iscritti nelle suole secondarie di primo e secondo grado di Napoli, con un Isee fino a 13.300 euro.

Si torna a scuola: come e cosa comprare

Che siano elementari o scuole medie e licei, ecco la lista di tutto l’essenziale

Zaino

Il primo accessorio da comprare per il rientro a scuola è senza dubbio lo zaino. Come sceglierlo? Puntare sull’ultimo modello, quello alla moda e più gettonato, è sicuramente l’obiettivo di tutti gli studenti a prescindere dall’età e dalla scuola. Oltre all’estetica, però, è bene optare per uno zaino comodo, con spallacci ampi, morbidi e regolabili, cintura in vita e maniglia sulla parte superiore, schienale imbottito e tasche portatutto.

Astuccio

Dopo lo zaino, l’astuccio nuovo è un altro must have assolutamente da avere. Per gli studenti delle scuole elementari è consigliabile scegliere un modello rigido, dotato di più scomparti con all’interno tutto il materiale di cancelleria, dalle matite ai colori. Al contrario, gli studenti di medie e superiori punteranno su modelli dal design morbido con chiusura a zip da riempire con penne ed evidenziatori.

Diario

Nella lista non può mancare il diario, un accessorio essenziale dove scrivere compiti, appunti e, soprattutto, idee e pensieri personali su compagni di classe, insegnanti e nuovi amori. Per i bambini delle elementari è consigliabile prenderlo abbastanza grande in modo da avere lo spazio per compiti e comunicazioni, magari con la data già impostata e non da compilare di volta in volta.

Articoli di cancelleria

Evidenziatori, matite, colori, penne, quaderni a righe e a quadretti, righe e compassi, album da disegno, cartelline dove riporre tutto il materiale scolastico. negli ipermercati sono tante le offerte che danno la possibilità di avere tutto il corredo risparmiando qualcosa.

Grembiule

Il grembiule è obbligatorio per tutti gli studenti della scuola materna e delle elementari.

Come sceglierlo? Blu o bianco, oppure rosa per le bambine; di solito sono le scuole a dare una dritta in tal senso. I modelli sono abbastanza simili tra loro, ma è possibile personalizzarli ricamando il nome, cambiando i bottoni o applicando toppe con i disegni dei cartoni preferiti.