L’Aquila, riapertura scuole: sui bus niente distanziamento per tragitti sotto i 15 minuti

Il punto sulla riapertura scuole a L'Aquila in III Comissione. Torna la monorazione, almeno all'inizio. Trasporti senza distanziamento per tragitti inferiori ai 15 minuti.

L’AQUILA – Riunione della III Commissione, il punto sulla riapertura scuole. Torna la monorazione.

Si è riunita questa mattina sotto la presidenza di Chiara Mancinelli la III Commissione comunale per fare il punto sulla riapertura delle scuole a L’Aquila. L’assessore Francesco Bignotti ha ripercorso l’iter compiuto, con le riunioni con le scuole, i sopralluoghi, le verifiche e i lavori effettuati per mettere le strutture scolastiche aquilani a norma secondo le misure anti Covid.

Diversi gli interventi di “edilizia leggera”, con allargamento aule e gli interventi effettuati per garantire le giuste distanze tra gli alunni. “I refettori – ha spiegato Bignotti – sono stati quasi tutti preservati, così come le palestre”. Per quanto riguarda le mense, però, l’assessore ha precisato che, contrariamente a quanto annunciato in una precedente conferenza stampa, si comincerà con le monorazioni, per poi procedere con le normali procedure, il tutto a seguito del parere della Asl.

Per quanto riguarda il trasporto scolastico, Bignotti ha precisato che per gli autobus che fanno un tragitto inferiore ai 15 minuti, non sarà previsto il distanziamento e potranno quindi viaggiare a “pieno carico”. Lo prevede il Dpcm del 7 agosto varato dal Governo nazionale. Il commissario Angelo Mancini ha fatto però notare che la maggior parte delle corse saranno da più di 15 minuti, quindi occorre “attrezzarsi” per consentire il trasporto scolastico in sicurezza per tutti.

Capitolo a parte, quello per i nuovi banchi: “Inizialmente la consegna era prevista agli inizi di settembre, ora invece viene considerato anche ottobre. Si tratta di pratiche demandate al livello nazionale, con il commissario Arcuri, per cui il Comune non ha voce in capitolo. Nel frattempo alcune scuole saranno costrette ad utilizzare le palestre per garantire il distanziamento, visto che i banchi biposto occupano più spazio di due nuovi banchi singoli”.

Intanto è stato firmato il decreto per l’utilizzo delle palestre provinciali in orario extrascolastico. Il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ha firmato il decreto per l’utilizzo delle palestre di proprietà della Provincia dell’Aquila a privati, attraverso la sottoscrizione di un atto unilaterale d’obbligo, che stabilisce tutte le misure per il contenimento della diffusione del Covid-19, parte integrante della documentazione per l’ottenimento dell’autorizzazione che le società sportive dovranno presentare al momento della richiesta di concessione delle palestre per l’anno scolastico 2020-2021. Ricordiamo che il regolamento, approvato nella seduta consiliare del 19 giugno 2018, fu curato e ripreso dall’allora Presidente Commissione Statuto, Gianluca Alfonsi, norme che non venivano aggiornate dal 1994.

“La Provincia, -dichiarano i consiglieri delegati all’edilizia scolastica, Gianluca Alfonsi, Vincenzo Calvisi e Andrea Ramunno -, ha inteso, seppure nelle dovute cautele e disposizioni per il contenimento della diffusione del Covid-19, continuare a garantire la promozione e diffusione della pratica sportiva nelle aree interne, mettendo a disposizione delle società sportive, in orario extrascolastico,  gli impianti annessi agli Istituti Superiori di proprietà di questo Ente, al fine di favorire momenti di aggregazione sociale e idonei spazi per lo svolgimento dell’attività motoria”.

“Questo è un momento delicato e una fase complessa – dichiara il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso – e la Provincia deve, nel rispetto delle norme anti covid-19, favorire una ripresa e un ritorno alla normalità e, la concessione di questi spazi, facilitare questo  percorso”.