Karol Wojtyla, il libro di Mario Narducci per il centenario del Papa

Nel centenario della nascita di Karol Wojtyla il libro di Mario Narducci, che ricorda la visita in Polonia.

“I giorni che sconvolsero l’Europa dell’Est – Il primo viaggio di Wojtyla in Polonia” è il libro del giornalista, vaticanista de “Il Popolo” e scrittore aquilano Mario Narducci, scritto per il centenario di Papa Giovanni Paolo II.

Il libro su Wojtyla verrà presentato a San Pietro della Jenca domenica 30 agosto.  Narducci in questo volume ricorda, attraverso i suoi reportage a seguito del pontefice, lo storico viaggio apostolico in Polonia di Giovanni Paolo II, nel giugno 1979.

Mario Narducci

L’autore, che aveva già seguito gli ultimi anni di Paolo VI, è stato poi testimone diretto per un decennio delle visite apostoliche di Papa Wojtyla in tutto il mondo.

Domenica prossima 30 agosto 2020, alle ore 17.30, Mario Narducci presenterà in anteprima il suo libro nell’ultimo appuntamento della Rassegna Il Giardino Letterario, organizzata dall’Associazione culturale San Pietro della Ienca, laddove è situato il primo Santuario dedicato a San Giovanni Paolo II, nel luogo dove il Papa polacco andò più volte a rinfrancarsi e a raccogliersi in meditazione, all’ombra del Gran Sasso, montagna che egli molto amava, forse perché gli ricordava i Monti Tatra.

All’evento interverranno Pasquale Corriere, presidente dell’Associazione culturale “San Pietro della Jenca”, Liliana Biondi, già docente all’Università dell’Aquila, Stefano Pallotta, presidente dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, Goffredo Palmerini, scrittore e giornalista, Angelo De Nicola, giornalista e scrittore, Luca Bergamotto, direttore dell’emittente televisiva LaqTV, Franco Narducci, attore e regista.

Karol Wojtyla, anche Roio ricorda il centenario dalla nascita del Papa

ROIO, 40 ANNI DOPO RICORDA LA VISITA DI SAN GIOVANNI PAOLO II

Quarantennale visita Giovanni Paolo II a Roio. Il prossimo 30 agosto saranno trascorsi 40 anni da una storica visita nella frazione di Roio, Giovanni Paolo II all’inizio del suo pontificato visitò la prima volta la città dell’Aquila, partendo dal traforo del Gran Sasso, passando per Roio Poggio, concludendo alla basilica di Collemaggio.

Particolare fu il discorso rivolto ai giovani presenti dell’Abruzzo e del Molise e quel discorso basato sulla coerenza e sulla testimonianza da parte dei giovani pose le basi per la nascita dei papa boys e delle giornate mondiali della gioventù. Ricordare oggi a distanza di 40 anni la visita a Roio di un Santo è un gesto di fede, è una testimonianza di amore verso l’Uomo del Novecento.

Il programma vede un percorso che si snoda in due giorni che legano il Santuario di Roio e il Santuario di san Pietro della Jenca.
Gli eventi che rientrano nel programma della Perdonanza Celestiniana saranno così articolati:
29 agosto h. 17,30 cortile delle Suore Serve di Maria Riparatrici – convegno – Giovanni Paolo II – quarant’anni dopo a Roio. Interventi : Walter Capezzali, Carlo Frutti, Augusto Ciciotti, Jenni Rolo Corrado Marsili, moderatore Angelo de Nicola.
29 agosto h. 20
 : visita guidata – Villa Palitti – su prenotazione : 3470518592
29 agosto h. 21,15 Villa Palitti : proiezione documentario: .. ricordando San Giovanni Paolo II a Roio – 30 agosto 1980…  a cura di Giovanni Sfarra e Fausto Paglia
29 agosto h. 21,45 Villa Palitti: spettacolo teatrale – musicale : “La stanza del pastore “ testi i
Angelo de Nicola, Alessandro Di Loreto, Pierluigi Ruggiero – di Vincenzo Mambella

30 agosto h. 9,15 ingresso Via Mariana – passeggiata guidata da Angelo De Nicola: “Roio, un luogo da romanzo”. Consigliate scarpe da escursione e prenotazione 3403783897
30 agosto h. 11 S. Messa officiata da Mons. Giuseppe Molinari – Santuario di Roio ( per motivi legati al Covid l’ingresso nel Santuario per la S. Messa sarà limitato alle persone più anziane e sarà comunque possibile al termine della S. Messa visitare il Santuario)
30 agosto h. 17,30 – San Pietro della Jenca : presentazione del libro di Mario Narducci : il primo viaggio di Woityla in Polonia – I giorni che sconvolsero l’Europa dell’Est –
Si ricorda che per la partecipazione al convegno, alla visita guidata, alla S.Messa, è necessaria la mascherina e rispettare le disposizioni anticovid.