Bar del Corso, dal post sisma al Covid: “Dopo 10 anni una nuova ripartenza”

Il Bar del Corso festeggia 10 anni dalla riapertura dopo il sisma del 2009. "Una nuova ripartenza" dopo il lockdown.

L’AQUILA – Il Bar del Corso festeggia i 10 anni dalla riapertura post sisma nell’estate dell’emergenza Covid 19. Ciuffetelli: “Una nuova ripartenza”.

È stata tra le prime attività a ripartire nel centro storico aquilano dopo il sisma del 2009 “con le camionette dei militari che presidiavano la zona”. Era il 18 agosto 2010, quando il Bar del Corso riapriva le porte alla clientela. Da allora, spiega il titolare, Luca Ciuffetelli, a IlCapoluogo.it “non ci siamo fatti mancare niente, gli sciami sismici, il terremoto di Amatrice, ulteriori stop da cui siamo sempre ripartiti. E adesso che finalmente sembrava che tutto andasse per il meglio, il nuovo stop per l’emergenza Coronavirus; per noi è l’ennesima ripartenza“.

I ricordi vanno ai primi momenti difficili, ma anche belli ed emozionanti: “L’estate del 2011 fu straordinaria. Arrivavano turisti da tutto il mondo a portarci supporto e solidarietà”. Presenze che paradossalmente si ripetono anche nell’estate dell’emergenza Coronavirus: “Quest’anno abbiamo scoperto un nuovo tipo di turismo che non ci aspettavamo. Cerchiamo di organizzare piccoli concerti all’aperto per animare le serate, facciamo come le formiche che mettono via le scorte per l’inverno, sperando che la situazione non precipiti con una seconda ondata”.

Insomma, un compleanno difficile per il Bar del Corso, comunque – come tutti gli aquilani – abituato a combattere e a resistere. Allora tanti auguri, e che il futuro riservi a tutti (attività commerciali e cittadini) percorsi più tranquilli e “pianeggianti”, anche a chi è abituato a scalare le montagne.