Campotosto, turismo da record: “Come prima del terremoto”

Numeri straordinari per il turismo a Campotosto. Lago preso d'assalto da camper e turisti in tenda. Assunta Perilli: "Non si vedeva tanta gente da prima del terremoto".

Il boom di presenze nelle zone interne dell’Abruzzo non fa eccezioni: numeri da capogiro anche a Campotosto.

Estate 2020, gran pienone di turisti e vacanzieri a Campotosto. La località presa d’assalto per tutta l’estate, tende e roulotte riempiono il bordo lago. Solo le nuvole delle ultime ore hanno convinto qualche turista a “mollare” il posto ai bordi del lago di Campostosto, ma per tutta l’estate si è registrato un via vai di presenze come non si vedeva da tempo. Lo conferma a IlCapoluogo.it Assunta Perilli, storica tessitrice di Campotosto, che sottolinea: “Come tutti i luoghi di montagna abbiamo avuto numeri straordinari. Fino a ieri intorno al lago era pieno di camper e tende, solo le nuvole delle ultime ore hanno allontanato qualcuno. E non solo nel periodo di ferragosto, durante il quale la presenza di turisti è quasi scontata, ma è stato così per tutta l’estate. Naturalmente ciò ha giovato all’economia di tutto il paese”.

D’altra parte, sottolinea la stessa Assunta Perilli, “da tanto non si vedevano tutti questi turisti, sembra di essere tornati indietro nel tempo, a prima del terremoto“. Ma se sul lago il tempo sembra essere tornato quello prima del sisma, non si può dimenticare che invece il paese, a livello di ricostruzione, è sostanzialmente fermo proprio al terremoto.

Per quanto riguarda invece la “tipologia” di turisti arrivati a Campotosto durante tutta l’estate, si può dire che ricalca il “tipo nazionale”, per quanto riguarda l’atteggiamento verso le misure anti Covid: “Come da tutte le parti, c’è chi si dimostra particolarmente attento e chi sembra completamente disinteressato alla questione”.

Insomma, l’estate dell’emergenza Covid 19 è stata particolarmente fruttuosa per il turismo delle aree interne e anche a Campotosto, dove – anche se solo per l’estate e solo per quanto riguarda la zona del lago – “sembra essere tornati a prima del terremoto”. L’augurio è che presto questa “sensazione” possa tornare anche in paese, ma per quello non basterà la bellezza della natura.

Intanto sabato 22 agosto arriva Stefano Bollani per un suggestivo concerto sul lago, nell’ambito del Festival Abruzzo dal Vivo. Ovviamente è già tutto sold out.