Collemaggio, emozione ed attesa per i giochi solari dell’Assunta

C'è attesa e trepidazione per ammirare anche quest'anno i giochi solari dell'Assunta, il gioco di luci che fa apparire l’immagine della Vergine nella sagoma del finestrone gotico dell’abside di Collemaggio.

C’è attesa e trepidazione per ammirare anche quest’anno i giochi solari dell’Assunta, il gioco di luci che fa apparire l’immagine della Vergine nella sagoma del finestrone gotico dell’abside di Collemaggio.

giochi di luce assunta collemaggio

foto di Maria Grazia Lopardi e Fabrizio Casu, che ringraziamo

“L’attesa apparizione  ha commosso centinaia di persone accorse per ammirare la perizia degli antichi costruttori”

commentò nel 2019  Maria Grazia Lopardi.

Anche quest’anno non dovrebbero esserci nuvole ad oscurare il cielo aquilano, permettendo così il ripetersi dell’antica magia.

E’ stata lunga e articolata la battaglia per preservare questo spettacolo anche a seguito del restauro post sisma della Basilica di Collemaggio.

Quando fu diffusa la notizia dell’intento di ricostruire l’arco trionfale antistante l’abside in linea con un soffitto barocco non più esistente furono in molti a protestare. Le associazioni Archeoclub l’Aquila, Panta Rei, e Jemo ‘Nnanzi promossero una raccolta firme affinché fosse ripristinata la struttura originaria. Gli interventi barocchi avevano infatti alterato l’originale assetto della basilica per cui il gioco di luci, prima del terremoto, era comunque visibile parzialmente. Il sisma scrollò dalla chiesa gli inutili orpelli architettonici con cui era stata appesantita ma il progetto di ricostruzione prevedeva di mantenerne alcuni tra cui l’insufficiente altezza dell’arco.

Da qui la raccolta firme, la mobilitazione di un’intera città e l’annuncio nell’aprile 2017, infine, che i giochi di luce erano salvi

Il gioco solare dell’Assunta è salvo” dichiarò all’epoca Maria Grazia Lopardi, presidente di Panta Rei e “signora di Collemaggio”.

Ora che la notizia è ufficiale per averla data il Direttore dei lavori arch. Antonello Garofalo, come preannunciato sin dall’inizio della raccolta firme a sostegno della richiesta di salvaguardia dello straordinario messaggio del sole nell’istante che precede il tramonto il 15 agosto, le oltre 3000 firme raccolte, vanno intese come altrettanti grazie all’equipe di esperti che ha curato il progetto e la realizzazione del restauro e alla Soprintendente Arch. Alessandra Vittorini. Grazie per la sensibilità ad accogliere la richiesta, grazie ancora a tutti coloro che da tutta Italia l’hanno sostenuta. 

“Il 15 di agosto il sole, venti secondi prima del tramonto, si posa in maniera concentrica sul fiore ad otto petali che è raffigurato sull’abside e per venti secondi incorona Maria che, al termine della propria vicenda storica,viene assunta in cielo.”

così, ai microfoni del Capoluogo, la studiosa Loredana Mariani che ha scritto un breve saggio sul gioco solare interpretandolo in chiave religiosa dal  titolo Tempio, Pietra, Luce.

“Fu Maria Grazia Lopardi ad avvicinarmi ai misteri di Collemaggio, in particolare ai giochi di luce che avvengono nel giorno dell’Assunta.
Gli studi che abbiamo portato avanti io e Maria Grazia penso siano non opposti bensì complementari, abbiamo osservato lo stesso fenomeno da due prospettive diverse. Siamo giunte a conclusioni differenti ma ciò non rende le nostre posizioni agli antipodi,la spiritualità può infatti manifestarsi in maniera diversa sulla base di diversi retroterra culturali e di diverse sensibilità.”