Emergenza incendi a L’Aquila, ancora attivi quattro fronti

Non si ferma l'emergenza incendi a L'Aquila, ancora attivi quattro fronti di fuoco. Intanto è giallo sui sassi lanciati contro i volontari.

Prosegue da oltre due settimane l’emergenza incendi a L’Aquila: ancora quattro fronti di fuoco attivi tra Arischia e Pettino/Cansatessa. Intanto è giallo sui sassi lanciati contro i volontari.

“Sono attualmente quattro i fronti del fuoco su cui stanno operando un canadair, un elicottero, quattro squadre di Vigili del fuoco e sette di Protezione civile per domare gli incendi che da oltre due settimane stanno interessando il nostro territorio”. Lo spiega il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, aggiungendo: “Nella zona di Pettino-Cansatessa il personale sta operando per portare avanti le operazioni di bonifica e spegnimento dei focolai, mentre nell’area di Arischia, all’altezza del chilometro 22 della Statale 80, le fiamme hanno ripreso vigore in quota, in una zona della montagna difficilmente raggiungibile da terra e su cui è possibile intervenire solo con mezzi aerei”.

incendi l'aquila

Intanto è giallo su un’episodio accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì, quando, secondo quando riporta Il Centro, alcuni volontari dei gruppi della Pro Loco Coppito e Pivec sarebbero stati presi a sassate. I volontari stavano perlustrando l’area di Monte Omo, sulla montagna di Arischia, per evitare nuovi focolai ed eventuali incursioni di piromani. Dal numero dei sassi lanciati, fortunatamente nessuno è andato a segno, presumibilmente gli aggressori erano più di uno.