Barisciano, Francesco Di Paolo si ricandida e “prosegue il suo percorso”

Elezioni amministrative, a Barisciano il sindaco uscente Francesco Di Paolo ci prova per la terza volta: "Mi ricandido".

Elezioni amministrative 2020 a Barisciano, Di Paolo: “Mi candido, proseguo il mio percorso”.

Rompe il silenzio l’attuale sindaco di Barisciano, Francesco Di Paolo, a una settimana dal termine ultimo di presentazione delle liste per le elezioni comunali: “Mi candido per il terzo mandato con l’obiettivo di proseguire quanto iniziato nel 2010 e per non abbandonare il mio territorio e la mia gente”.

Tre sono le proposte in campo, almeno fino ad oggi e fino a prova contraria, prima delle presentazioni ufficiali delle liste che hanno come scadenza sabato 22 agosto.  Occhi puntati su due proposte: quella del primo cittadino Francesco Di Paolo e l’avversaria, capeggiata da Fabrizio D’Alessandro. Si lavora anche a una probabile terza lista e si sta valutando in questi giorni restanti se ci sia lo spazio politico e le giuste candidature per inserirsi nella corsa elettorale.

Di Paolo è alla guida di Barisciano da marzo 2010, quando venne eletto a un anno dal terremoto. Poi fu riconfermato nella successiva tornata elettorale, nel 2015, anno in cu diventa anche Coordinatore dei Sindaci del Cratere, ruolo che ricopre tutt’ora.

Amministrare è una missione. In questi anni sono accadute tantissime cose: dall’emergenza post terremoto a quella abitativa , dalla programmazione degli interventi della ricostruzione fino a tutti gli scenari che si sono presentati nella delicata fase di ‘ricomposizione’ del tessuto economico e sociale, non dimenticando questo periodo che ci vede impegnati nellemergenza Covid-19. E’ stato un periodo di forte impegno fatto di soddisfazioni e sacrifici che oggi mi portano a scendere in campo di nuovo, o meglio ad offrire il mio impegno costante al territorio. Non mi candido contro nessuno, ma solo per continuare un progetto di crescita comune con una squadra nuova fatta di giovani professionisti che rappresentano al meglio l’essenza del capoluogo e delle sue frazioni”.