Castel di Sangro, arriva il Napoli in ritiro: le date e i preparativi

Il Napoli in ritiro a Castel di Sangro. I dettagli dell'attesissimo evento sportivo che porterà per circa due settimane mister Gattuso e i suoi nel centro abruzzese.

Dal 24 agosto al 5 settembre il Napoli sarà in ritiro precampionato a Castel di Sangro. Tutto pronto per accogliere mister Gattuso e i suoi.

Oltre 10mila posti auto in più, viabilità studiata per gestire al meglio un traffico inusuale, eventi promozionali per il turismo in Abruzzo, Castel di Sangro è pronto ad accogliere giocatori e staff del Napoli, che nella cittadina abruzzese rimarranno in ritiro precampionato dal 24 agosto al 5 settembre. Il giorno dopo l’arrivo dei partenopei, il 25 agosto, la conferenza stampa di presentazione con mister Gattuso, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, il sindaco di Castel di Sangro e presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, e alte rappresentanze del territorio. A seguire, inizierà il vero e proprio ritiro, caratterizzato da partite e allenamenti nel centro abruzzese, ma non solo. In programma eventi, soprattutto per promuovere il turismo abruzzese.

“Il riscontro – ha spiegato il sindaco Caruso a IlCapoluogo.it – si è visto già dall’annuncio dell’accordo per il ritiro del Napoli a Castel di Sangro, non solo per quanto riguarda il Comune, ma su tutto il territorio, con un sold out generalizzato di tutte le strutture ricettive“. Una “onda lunga” che l’amministrazione comunale si sta impegnando a gestire in sicurezza: “Oltre ai 10mila posti auto aggiuntivi e alla nuova viabilità – sottolinea il primo cittadino – abbiamo individuato i punti di soccorso sanitario in postazioni strategiche, abbiamo attivato un sistema diffuso di videosorveglianza in tutta la città e con la Asl abbiamo potenziato il presidio ospedaliero”.

Naturalmente ci saranno protocolli anti Covid 19, secondo le disposizioni di legge. Due le zone rosse previste, l’area dello stadio e quella dell’hotel dove alloggeranno giocatori e staff del Napoli, mentre al Napoli Village saranno garantiti ingressi contingentati per gli eventi di promozione turistica e le conferenze stampa.

Per quanto riguarda le partite e gli allenamenti è prevista bigliettazione nominale, sicuramente a pagamento quella per le partite, ancora da stabilire quella per gli allenamenti. Resta il limite massimo di mille spettatori per gli eventi sportivi all’aperto previsto dalle norme anti Covid.

Intanto trapela che tra le partite in programma si parla, tra gli altri, di match contro L’Aquila, Teramo e Castel di Sangro.