L’Aquila, Ztl e aree pedonali: tutte le novità per il centro storico

L'Aquila, le modifiche alla viabilità del centro storico: due nuove aree pedonali e le altre novità.

L’AQUILA – Viabilità in centro storico: modificate alcune zone a traffico limitato e istituite altre due aree pedonali.

L’area del centro storico dell’Aquila formata da via Vittorio Veneto, piazza del Teatro e via Sinizzo passa da zona a traffico limitato a zona a rilevanza urbanistica, mentre vengono istituite altre due aree pedonali urbane in prossimità di piazza Duomo e della Fontana Luminosa. Lo ha stabilito la giunta comunale su proposta dell’assessore alla viabilità, Carla Mannetti.

“Dopo aver regolamentato la circolazione nel centro cittadino a metà giugno scorso – ha spiegato Mannetti – avevamo stabilito di effettuare una valutazione alla fine di settembre per determinare eventuali modifiche. Le richieste pervenute per il rilascio dei permessi auto per residenti e per le altre categorie aventi diritto e il monitoraggio sui flussi di traffico hanno fornito delle indicazioni sufficienti per apportare una prima variazione fin da subito. La zona delimitata da via Vittorio Veneto, piazza del Teatro e via Sinizzo non sarà più a traffico limitato e pertanto non sarà più interdetta alla circolazione, ma viene modificata in zona a rilevanza urbanistica, come via Castello. Ciò vuol dire che saranno realizzati in quelle strade degli stalli di sosta in parte per i residenti muniti di citypass e in parte liberi”.

L’esecutivo comunale ha altresì deciso di istituire, fino a fine settembre, due nuove aree pedonali urbane (apu) in via Bazzano (tra corso Federico II e via Rosso Guelfaglione, nelle vicinanze di piazza Duomo) e in via delle Tre spighe (tra piazza Battaglione degli Alpini e via della Genca), per l’intera giornata. “Anche in questo caso – ha spiegato Mannetti – abbiamo effettuato un monitoraggio su queste aree, procedendo a istituire le Apu nell’ottica di procedere a una progressiva, ma al contempo ragionata, pedonalizzazione del centro storico. In questo senso, c’è stato il pieno accordo con i commercianti della zona”.