Migranti positivi in Abruzzo, passa la risoluzione Lega: “Individuare responsabili dei focolai”

“La Lega e il governo regionale non lasciano da soli i sindaci abruzzesi a combattere contro il fenomeno dei migranti e del riattivarsi dei focolai da coronavirus”, dichiara Pietro Quaresimale

La Regione sarà al fianco dei sindaci abruzzesi sulla gestione dei migranti. È quanto emerge dalla seduta della Commissione riunitasi questa mattina all’Emiciclo. Le dichiarazioni del capogruppo Lega, Pietro Quaresimale.

“La Lega e il governo regionale non lasciano da soli i sindaci abruzzesi a combattere contro il fenomeno dei migranti e del riattivarsi dei focolai da coronavirus” è quanto dichiara Pietro Quaresimale, capogruppo e consigliere regionale della Lega.

“Questa mattina – continua Quaresimale – abbiamo approvato il testo di una risoluzione di cui sono primo firmatario e che impegna il Presidente Marsilio ad accertare eventuali responsabilità nelle situazioni di contagio nei centri di accoglienza migranti nel territorio regionale. Chiediamo al Governo la sospensione da subito di ogni iniziativa di accoglienza di altri migranti in Abruzzo e nel caso venissero accertate delle responsabilità invitiamo Marsilio a costituire la regione parte civile per il ristoro dei danni subiti dalla Regione a seguito di questa situazione”.

Sui lavori della Commissione odierna Quaresimale racconta di sindaci arrabbiati, abbandonati a loro stessi, tenuti all’oscuro di ogni decisione, e di popolazioni che vivono questi arrivi come un’ingiustizia.

“Il grido di dolore dei sindaci è stato unanime – dice Quaresimale – da Civitella del Tronto a Gissi, tutti hanno condannato la procedura del Governo nel distribuire questi migranti in piccoli centri, molti dei quali alla prese con il sisma, altri con importanti flussi turistici oggi interrotti, altri ancora tenuti all’oscuro di tutto e senza alcuna sicurezza dal punto di vista sanitario. È ora di dire basta: gli abruzzesi come gli italiani hanno dovuto fare grossi sacrifici durante la chiusura per il coronavirus e non vogliono, e noi della Lega non consentiremo, che questi sacrifici vengano vanificati per le scellerate politiche del Governo nazionale. Spiace non aver trovato condivisione su questi argomenti da parte della minoranza. Noi tiriamo dritto e difenderemo in ogni sede le ragioni degli abruzzesi.”

“Ringrazio la Commissione immigrazione per il lavoro svolto. Ho dato immediata disposizione all’Avvocatura regionale di dare seguito alla richiesta di presentare un esposto denuncia, al fine di accertare le responsabilità di chi sta mettendo in pericolo la salute dei cittadini”, lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

Commissione su Gestione Migranti, le dichiarazioni del consigliere Mario Quaglieri

I Comuni sono stati abbandonati, tenuti all’oscuro di tutto, senza alcuna programmazione preventiva circa le operazioni di ‘accoglienza’ dei migranti fatti arrivare in Abruzzo, e lasciati ad affrontare una situazione emergenziale senza alcun tipo di supporto, anche di fronte all’evidenza dei numerosi casi positivi al Covid che di giorno in giorno si stanno registrando. Di questo è stato capace il Governo nazionale che, con la sua dissennata politica sull’immigrazione, non sta generando accoglienza di migranti ma sta determinando un tentato massacro per tutti”.

Così, il consigliere di Fratelli d’Italia e presidente della Commissione regionale Sanità, Mario Quaglieri, a margine della odierna Commissione consiliare speciale, in cui sono stati auditi i Sindaci dei territori interessati. “Senza contare – prosegue Quaglieri – che ci sono paesi nella Marsica, come Civita D’antino, che rappresentano piccole comunità con residenti prevalentemente anziani, nelle quali addirittura non si può parlare di inclusione ma di sostituzione della popolazione, con l’aggravante della positività al coronavirus“.

“Tutto ciò è follia. Tutto ciò non può e non deve avvenire in un Paese civile che ha il dovere di tutelare i propri cittadini. La Regione si mette al fianco del sindaco Sara Cicchinelli e di tutti i Sindaci dei Comuni che sono in allarme sicurezza, sollecitando in primis le prefetture affinché vengano adoperati tutti i mezzi per salvaguardare gli abruzzesi oltre che gli stessi migranti”.

“È in questa direzione che va la risoluzione presentata questa mattina, a firma mia e del capogruppo Guerino Testa, con la quale si chiede al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, di presentare alla autorità giudiziaria competente un esposto denuncia al fine di accertare ogni responsabilità sui mancati controlli sanitari e sulla generale mala gestione dei migranti nella nostra regione. Con la nostra istanza si chiede, inoltre, al Governo nazionale di adottare misure atte a sostenere e mettere in campo tutti gli strumenti idonei a limitare il contagio nei territori , e volte al contrasto dell’immigrazione clandestina mediante azioni concrete come il blocco navale. Una cosa è certa – conclude il presidente Quaglieri – qualcuno dovrà rispondere della gravissima situazione di pericolo in cui stanno sottoponendo l’Abruzzo”.