Incendi L’Aquila, dopo la pioggia restano i microfocolai: massima attenzione

La pioggia battente di ieri ha dato una grandissima mano al contenimento degli incendi che da giovedì scorso stanno attanagliando L'Aquila: restano ancora dei microfocolai. In azione il Canadair e squadre da terra per la bonifica e il raffreddamento.

La pioggia battente di ieri ha dato una grandissima mano al contenimento degli incendi che da giovedì scorso stanno attanagliando L’Aquila: ma restano ancora dei microfocolai ed adesso è fondamentale tenerli sotto controllo.

Stanno facendo questo le forze in campo in questi giorni: Vigili del Fuoco – anche provenienti dal Veneto – Protezione civile, Esercito del 9′ Reggimento Alpini, volontari al lavoro per spegnere i microfocolai sia ad Arischia sia su Monte Pettino per evitare che riprendano forza: dopo il fuoco, in ambienti come questi resta un tappeto incandescente per giorni.

Sono aperti ancora tutti e 2 i fronti, sia ad Arischia che a Pettino. I lavori adesso, complice anche l’abbondante pioggia delle ultime ore, riguardano la bonifica e non lo spegnimento.

Un elicottero giunto da Pescara ha portato sulla montagna di Arischia le squadre che stanno lavorando da terra in un’operazione di bonifica della zona.

Oltre agli uomini da terra, ad Arischia in azione anche un Canadair 27.

Il fronte è ancora aperto dal momento che ci sono dei tronchi in mezzo al bosco che hanno preso fuoco dai quali esce il fumo per questo motivo, mentre i mezzi aerei lavorano al raffreddamento, da terra si procede con la bonifica.

incendio pettino e pizzoli, 5 agosto 2020

La situazione stamattina a Pizzoli

incendio pettino e pizzoli, 5 agosto 2020

La situazione stamattina su Monte Pettino, visto da Piazza d’Armi

Incendi, il meteo dà una mano: temperature più basse e pioggia anche oggi

Le temperature stanno dando una mano: a Pizzoli (Cermone) la minima registrata stanotte è stata di 9°, a L’Aquila 11° (dati MeteoAquilano). Nelle ore centrali del giorno assisteremo all’arrivo di nuvolosità da nord/nord-est, che tenderà a farsi compatta. Al pomeriggio potranno esserci anche delle precipitazioni, più probabili ed intense sul Gran Sasso, dove assumeranno anche carattere temporalesco: sulle zone interessate dall’incendio saranno più sparse e meno intense.

Incendi L’Aquila, divieto di accesso al personale non autorizzato

È fatto assoluto divieto a persone non autorizzate, con ordinanza del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, diaccedere nei luoghi del territorio comunale dell’Aquila interessati dagli incendi divampati a partire dal 30 luglio u.s..

L’emergenza è ancora in corso e l’avvicinarsi alle zone percorse dalle fiamme rappresenta tuttora un pericolo per l’incolumità personale e potrebbe compromettere le menzionate operazioni di spegnimento.

Resta dunque in vigore l’ordinanza n. 152 dell’1.8.2020, recante “Misure di somma urgenza per attenuare il pericolo derivante dagli incendi boschivi in atto ad Arischia e sui rilievi di Pettino e Cansatessa” – pubblicata all’albo pretorio on line del Comune dell’Aquila – che proibisce, con sanzioni, interventi non autorizzati dalla Pubblica Autorità, nonché l’introduzione e la permanenza nelle aree interessate dagli incendi , e il cui dettaglio è riportato nell’ordinanza stessa.

(pezzo in aggiornamento)