Incendi a L’Aquila, l’aiuto dei Vigili del Fuoco dal Veneto: come nel 2009

L'Aquila brucia, il Veneto arriva in soccorso delle sue montagne e della sua gente. Sono 18 i Vigili del Fuoco arrivati nel pomeriggio di ieri, dalle province venete. Oggi, come nel 2009

L’Aquila brucia, il Veneto arriva in soccorso delle sue montagne e della sua gente. Sono 18 i Vigili del Fuoco arrivati nel pomeriggio di ieri, dalle province venete. Un aiuto che si ripete, dopo quello all’indomani del sisma del 2009.

Uomini e mezzi dal Veneto a L’Aquila, alle prese con l’emergenza incendi. Il Centro Operativo Nazionale ha assegnato all’Abruzzo due sezioni operative dei Vigili del Fuoco veneti, già allertati nella giornata di lunedì.

vigili del fuoco

E la memoria corre al 2009, quando L’Aquila in ginocchio si svegliava dall’incubo terremoto. Cercando, disperatamente, di rimettere a posto i pezzi di un mondo disintegrato, all’improvviso.

Sotto a quei pezzi scavavano i Vigili del Fuoco, angeli del sisma, mai dimenticati dalla popolazione.

vigili del fuoco terremoto 2009

Oggi l’emergenza è cocente. Brucia ettari di bosco, rendendo l’aria sempre più irrespirabile. I due fronti, tuttavia, attaccati senza sosta dagli uomini impegnati nei roghi sembrano ormai sotto controllo, anche e soprattutto grazie al lavoro incessante dei Vigili del Fuoco.

Ieri ad Arischia si è riacceso un vecchio focolaio, a causa del vento e della zona particolarmente soggetta al pericolo incendio con le elevate temperature di questi giorni. Fronte Cansatessa, invece, dopo la paura causata dalle fiamme alte che si sono minacciosamente avvicinate alle abitazioni, si procede alle operazioni di contenimento verso la zona di San Giuliano, dove le fiamme sono arrivate fin da ieri mattina.

Poi la pioggia, invocata a lungo e finalmente arrivata, anche con violenza. Violenza che ha chiamato ancora una volta i Vigili del Fuoco,sempre in prima fila, ad intervenire per i tanti allagamenti.

 

 

Foto di Luigi Baglione