Incendio Arischia, fiamme estese per un chilometro: nessun innesco trovato

Corsa contro il tempo per spegnere le fiamme del vasto incendio divampato nel primissimo pomeriggio di ieri ad Arischia. Tre canadair, due elicotteri e 70 uomini impegnati nelle operazioni di spegnimento. La situazione si complica a causa del vento che sta propagando le fiamme.

Tre canadair, due elicotteri e un Erikson in arrivo. Corsa contro il tempo per spegnere le fiamme del vasto incendio divampato nel primissimo pomeriggio di ieri ad Arischia.

In fiamme Monte delle Pescina, che sormonta l’abitato di Arischia, al confine con Pizzoli. Paura e concitazioni ieri, con le fiamme altissime e una densa colonna di fumo che si sono subito sprigionate dal luogo dell’incendio.

Vasto incendio fra Arischia e Pizzoli

Più di 70 uomini al lavoro, tra Vigili del Fuoco e Volontari della Protezione Civile. Il fronte di estensione dell’incendio è di un chilometro. Nessun innesco è stato trovato dai Vigili, al lavoro ininterrottamente, coadiuvati dalla Protezione Civile.

Le operazioni di spegnimento, con il contingente aereo, sono riprese fin dall’alba di questa mattina, interrotte ieri sera, quando il buio non ha più consentito i lanci con i Canadair, causa mancanza di visibilità. Per tutta la notte un presidio è rimasto attivo sul luogo dell’incendio.

La situazione si sta complicando nelle ultime ore a causa del vento che sta propagando le fiamme.

E’ stato richiesto il supporto di un S-64 Ericsson partito da Capodichino con portata di 9000 litri d’acqua. Sono attualmente impiegati 10 mezzi dei vigili del fuoco con 24 persone e 2 dos. I volontari della protezione civile attualmente in opera sono 30 con 7 mezzi terrestri.  

Il responsabile della Protezione civile della Regione Abruzzo, Silvio Liberatore ed il presidente Marco Marsilio sono presenti sul posto per il coordinamento delle operazioni.

 

Incendio Arischia, 5 canadair e 70 uomini al lavoro per spegnere le fiamme

Le temperature elevate non stanno di certo aiutando il personale impegnato nelle attività di spegnimento. Si spera in una diminuzione del vento, che già ieri aveva alimentato le fiamme, complicando l’intervento di pompieri e volontari.

Una volta concluse le attività di spegnimento delle fiamme si dovrà poi procedere alla bonifica dell’intera area, per scongiurare il pericolo di ulteriori focolai. L’area andata in fiamme è costituita, per la grande maggioranza, da pini.

incendio arischia
incendio arischia
incendio arischia
incendio Arischia