Avezzano 2020, la Lega lancia l’assessorato alle Politiche Europee

Elezioni amministrative ad Avezzano, la Lega lancia la proposta di un assessorato per le Politiche europee.

Avezzano sulla strada della progettazione europea. Rialzarsi sostenendo le attività produttive con i finanziamenti europei: la Lega lancia l’assessorato alle Politiche europee.

Conferenza stampa nella sede Lega ad Avezzano, verso le elezioni amministrative di settembre. Presenti, oltre al candidato Tiziano Genovesi, il segretario regionale Lega, l’onorevole aquilano Luigi D’Eramo, l’Europarlamentare Massimo Casanova e l’ex Sottosegretario di Stato all’Ambiente, Vannia Gava.

“L’intenzione è istituire un Assessorato alle Politiche Europee: bisogna mettere in campo una progettualità. Ci sono fondi importanti, ma vanno intercettati per crescere. Qualcuno questa mattina ha parlato di un codice etico per la Marsica, sbandierato ai quattro venti. Noi lo stiamo già facendo, il nostro lavoro è già andato avanti in questa direzione. Il nostro è un messaggio politico di novità e voglia di fare. Anche noi siamo imprenditori e creiamo posti di lavoro e sono sicuro che dal momento in cui sarò sindaco di questa città lavorerò ogni giorno per creare progetti. Lo stiamo facendo ascoltando il territorio. Ripartiamo innanzitutto dal nucleo industriale di Avezzano. Investiamo sulle grandi realtà presenti, impegniamoci ad attrarre investitori”.

“La presenza di dirigenti nazionali non è motivata solo dal sostegno alla candidatura di Tiziano. Sottolineo che è anche attraverso il loro lavoro che sviluppiamo la nostra proposta programmatica, come Lega”, ha spiegato D’Eramo. “Oggi si parla della possibilità di percepire alcuni contributi europei per lo sviluppo di settori produttivi della città di Avezzano. Avezzano finalmente al centro dell’agenda politica della regione e del dibattito nazionale. Perché mai come in questo periodo tanti esponenti sono venuti per dare speranza e restituire visione per il futuro a una città strategica per il territorio e per la regione”.

Quindi la proposta di un ufficio, nell’ambito dell’istituzione dell’Assessorato, di consulenza per le Politiche Europee. “Sul modello e l’esempio di quello attivato a Bruxelles dal mio gruppo di lavoro. Un gruppo che si mette a disposizione di Tiziano Genovesi e di Avezzano. Perché l’Europa offre molte possibilità di sviluppo, bandi e progetti, ma troppo spesso provati cittadini e imprese non li conoscono e devono pagare cifre elevate per avere consulenze”, ha sotto meato Massimo Casanova.