Abruzzo, studenti pendolari: sconto sugli abbonamenti per il 2020/2021

Agevolazioni sugli abbonamenti degli studenti pendolari d'Abruzzo. Approvata dal Consiglio regionale la delibera per l'anno scolastico 2020-21. Gli sconti varranno per studenti residenti in 129 Comuni montani

Agevolazioni sugli abbonamenti degli studenti pendolari d’Abruzzo. Sconti dalla Regione.

L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale dell’Abruzzo rinnova, anche per l’anno scolastico 2020-2021, il sostegno agli studenti pendolari delle aree interne della regione. La delibera, approvata questa mattina, impegna TUA e le altre società di trasporto pubblico locale che operano nei territori montani, a garantire il dieci per cento di sconto sul costo dei titoli di viaggio nominativi annuali e mensili.

Gli studenti che potranno beneficiare delle agevolazioni devono avere un’età compresa tra gli 11 e i 26 anni e risiedere in uno dei 129 comuni dell’Abruzzo considerati “aree svantaggiate”.

“Credo fortemente che un’Assemblea legislativa, pur nel rispetto del suo preminente ruolo di produzione normativa, debba contribuire fattivamente alla realizzazione di politiche al servizio del sociale e del territorio – dichiara il Presidente Lorenzo Sospiri – Una eccellente gestione delle economie dell’Ente e una costante tensione al risparmio ci permettono di liberare risorse che integrano il lavoro dell’Esecutivo. Una mano tesa agli studenti abruzzesi era dovuta, reduci da un anno scolastico atipico e provati dalla prolungata assenza di relazioni sociali. Ringrazio tutti i membri dell’Ufficio di Presidenza che hanno condiviso il provvedimento con grande spirito di solidarietà”.

Lo sconto viene applicato direttamente dai vettori del trasporto pubblico locale che saranno rimborsati a rendiconto in base ai titoli di viaggio emessi.

Sconti per gli studenti pendolari, le parole di Roberto Santangelo

“Anche quest’anno gli studenti dei 67 Comuni delle aree interne dell’aquilano potranno usufruire di un sostegno al pendolarismo. Grazie allo sforzo di questa amministrazione regionale, che prosegue nel processo volto al miglioramento in termini di efficienza ed efficacia della spesa, è stato possibile destinare risorse per ridurre del 10% il costo del titolo di viaggio, che verrà direttamente applicato dalle società di trasporto pubblico”.

“L’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, che ringrazio, ha infatti approvato, in data odierna, la delibera che permetterà agli studenti di età compresa tra gli 11 e i 26 anni di potersi avvalere dello sconto sul biglietto nominativo sia annuale che mensile”, ha reso noto Roberto Santangelo, vice presidente del Consiglio Regionale.