L’Atelier delle Arti a Fontecchio: “Imparare l’arte dalla bottega dell’artista”

Inizia l'esperienza dell'Atelier delle Arti a Fontecchio. I dettagli dell'iniziativa.

L’AQUILA – Da un’idea di Davide Rondoni nasce L’Atelier delle Arti. L’iniziativa di Roberto Biondi.

L’Atelier delle Arti nasce da un’intuizione di Davide Rondoni cui ha dato seguito Roberto Biondi, in collaborazione con Volta la Carta, portando a L’Aquila quello che non è un evento, né vuole essere un freddo convegno intorno all’arte. L’Atelier, come dice la parola, è un momento, un percorso, un luogo di incontro e di crescita ragionata e metodologica attorno alla poesia e all’arte in genere.

Da lunedì 27 a giovedì 30 luglio 2020, L’Atelier si terrà per la prima volta in Abruzzo, a Fontecchio (AQ) per “un’occasione unica, una vacanza culturale, un momento di condivisione in sicurezza in un luogo affascinante per natura e per storia. Una formula residenziale per condividere idee e per approfondire la passione per l’arte in luoghi belli incontrando maestri e compagni di viaggio”. Gli ateliers sono aperti a docenti, studenti, scrittori e appassionati di arti e poesia e si svolgeranno nella suggestiva cornice del convento francescano di Fontecchio, un luogo fortemente simbolico dal punto di vista culturale e artistico che si trova su una delle più importanti vie di comunicazione medievali che collegavano la Toscana con l’Abruzzo aquilano e, quest’ultimo con la Puglia e la Campania nel cuore della Media Valle dell’Aterno.

Nel corso delle giornate saranno condotte due visite guidate: una nel borgo medievale di Fontecchio e una presso il complesso monumentale di Bominaco (Santa Maria Assunta e l’Oratorio carolingio di San Pellegrino). Si potranno, su prenotazione e attivati al raggiungimento del numero minimo di 5 massimo 10 persone, frequentare laboratori di saponificazione, tintura e mandala.

Per info e prenotazioni: prenotazioni@centroasteria.it

Interverranno: Fabrizio Politi, fotografo freelance, il regista e autore televisivo Alessandro D’Alessandro, il compositore e direttore Luciano Di Giandomenico, il cantautore Setak (Nicola Pomponi), lo storico e scrittore Alessandro Vanoli, il pianista Nazzareno Carusi e lo scrittore e giornalista Andrea Di Consoli, il poeta Davide Rondoni e l’apicoltore nonché fisico dell’atmosfera Klaide De Sanctis.

“L’Atelier è un viaggio in compagnia di tanti maestri per riprendere la ‘vecchia pratica’ dell’imparare l’arte dalla bottega dell’artista. In una realtà sempre più condizionata dai numi rovesciati dell’apparire e del social world, l’Atelier vuole essere un’epifania, un’esperienza di bellezza e di arte. Arte che non serve ad abbellire il mondo, ma a comprenderlo più a fondo a vedere con gli occhi degli artisti la ‘scena del mondo’, cioè questo grande palcoscenico dove si mette in scena la più terribile e insieme entusiasmante delle storie, cioè il viaggio della vita. L’Atelier è rivolto a tutti coloro i quali vogliono misurare la propria passione artistica (in ogni declinazione) con chi l’Arte la pratica ogni giorno”.