Quantcast

Immigrati positivi al Covid 19, D’Eramo: “Governo irresponsabile”

Il deputato e coordinatore della Lega Abruzzo, Luigi D'Eramo, interviene sul caso dei migranti positivi al Coronavirus a Pettorano sul Gizio.

L’AQUILA – Otto immigrati del centro di accoglienza di Pettorano sul Gizio positivi al Coronavirus, D’Eramo: “Governo di irresponsabili”.

“Solo un Governo di irresponsabili poteva mettere così a rischio la salute dei propri cittadini; accogliere migranti positivi al Coronavirus e smistarli in giro per l’Italia rischiando nuovi focolai è un vero e proprio attentato alla salute pubblica”. Interviene a gamba tesa il deputato e segretario regionale della Lega Abruzzo, Luigi D’Eramo, che sulla vicenda sottolinea: “Ben otto dei tredici richiedenti asilo, trasferiti a metà luglio a Pettorano sul Gizzo (Aq), sono risultati positivi al tampone per il Covid 19. Una provincia, quella aquilana, che per mesi è riuscita a difendersi dall’epidemia e che oggi viene messa in pericolo da un Governo inadeguato e pericoloso. Abbiamo notizia – conclude D’Eramo – dell’arrivo di altri migranti dalla Sicilia che verranno distribuiti in tutto l’Abruzzo, ma la Lega non resterà a guardare, infatti chiedo ufficialmente un intervento del Prefetto e, al contempo, presenterò una interrogazione parlamentare urgente per far luce anche sul sistema di controlli: è inaccettabile che la positività dei migranti sia stata accertata solo grazie all’intervento dell’Asl locale, senza la quale avremmo avuto otto positivi in circolazione a nostra insaputa”.

Immigrati positivi a Pettorano, Lega Sulmona: “Il Governo nazionale mette a rischio il nostro territorio”

Il governo nazionale mette a repentaglio con le scelte sull’immigrazione, scelte molto discutibili, la nostra comunità che è stata rispettosa delle norme durante il lockdown”, lo dichiara in una nota il gruppo Lega Salvini Premier di Sulmona che scrive “la notizia degli otto migranti risultati positivi al Covid-19, situati a Pettorano a soli 10 km da Sulmona, ha messo in crisi e in preoccupazione i cittadini del nostro territorio, nonostante le rassicurazioni dell’azienda sanitaria locale”.

“Siamo riusciti a preservare il nostro territorio dall’ondata pandemica della passata primavera e, ad oggi, dobbiamo poter gestire una stagione turistica che possa evitare il collasso delle attività produttive locali, inoltre ricordiamo che il SS Annunziata di Sulmona e l’Ospedale Civile di Castel Di Sangro sono nosocomi non predisposti ad ospitare pazienti positivi, quindi il governo nazionale deve intervenire perché sulla salute dei nostri concittadini non si scherza per niente”.

“Non c’è alcuna discriminazione da parte nostra, ma chiediamo una tutela sanitaria ad hoc”, conclude il gruppo Lega Sulmona, che si sta preparando per una manifestazione proprio davanti lo stabile dove sono alloggiati i migranti.