Elezioni Celano, il centrodestra esce dal lockdown: un tavolo per decidere

Elezioni amministrative Celano 2020: questa sera l'incontro tra i segretari cittadini di centrodestra. Sarà ufficializzata un'unica coalizione? Intanto il Pd fa appello ai civici.

Politica in stand-by a Celano causa Covid19. Oggi torna a muoversi qualcosa…e chissà che non arriveranno già novità importanti. Questa sera il tavolo delle forze cittadine di centrodestra: riprende il confronto per lavorare a un’unica coalizione in vista di settembre.

Elezioni 2020, Comuni al voto: secondo ciak a settembre

Se il PD si è fatto sentire e ha più volte dichiarato di stare lavorando a un’ampia coalizione aperta a tutti, di stampo prettamente civico – “che possa essere l’alternativa a questo modo di governare il paese”, come ha sottolineato Calvino Cotturone alla redazione del Capoluogo – diversamente hanno fatto le forze cittadine di centrodestra. Probabilmente rimaste in attesa dei match di cartello, come si direbbe in gergo calcistico, a Chieti ed Avezzano: dal risultato ancora incerto.

Oggi si riprenderà il confronto in casa centrodestra. Presenti all’incontro i segretari cittadini di Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e Cambiamo. Molti danno per certa la candidatura bis del sindaco uscente, Settimio Santilli, già in quota Fratelli d’Italia. In questi mesi di emergenza, i partiti si sono limitati a misurarsi a distanza, ma già prima del lockdown c’era stata disponibilità, da tutte le parti, a lavorare a un’unica grande coalizione. Il discorso, interrotto al principio, ripartirà solo stasera.

La quadra su chi dovrà esprimere il candidato sindaco, salvo complicazioni, dovrebbe raggiungersi senza troppi scontri. Celano arriva da quasi 20 anni di amministrazione centrodestra, legati all’era dell’ex sindaco Filippo Piccone. Non è escluso che proprio l’onorevole possa avere un ruolo importante nella designazione del nome – se sarà unico – per la corsa alla carica di sindaco cittadino.