Giorgia Meloni a L’Aquila, Sigismondi: “Raccontiamo il buon governo FdI”

Attesa per l'arrivo di Giorgia Meloni all'Aquila per il bilancio delle attività di FdI in Abruzzo. Intanto servirà un tavolo regionale sulla crisi aquilana.

L’AQUILA – Attesa per l’arrivo di Giorgia Meloni nel capoluogo abruzzese. Il bilancio delle attività degli enti a guida FdI e l’attesa per un tavolo regionale sulla crisi aquilana.

Una visita programmata da tempo quella di Giorgia Meloni nel capoluogo abruzzese prevista per venerdì 31 luglio. L’obiettivo, un “tagliando” sulle attività amministrative e di governo degli enti a guida FdI, dalla Regione al Comune dell’Aquila, fino al Comune di Chieti. “L’Abruzzo – spiega il coordinatore regionale di FdI, Etelwardo Sigismondi – sta diventando un modello di buone prassi e fortunatamente avremo molto da raccontare in quella sede. Giorgia Meloni aveva preso impegni con i nostri elettori e ci teneva a tornare”.  Tra i temi sul tavolo, da quello dell’Abruzzo accessibile alla grande pescara, ai trasporti ferroviari agli investimenti sui porti, l’edilizia pubblica, e “l’attività svolta durante l’emergenza Covid che reso Marsilio tra i governatori più apprezzati. A questo si aggiunge l’attività svolta dai nostri amministratori, a partire dal sindaco Pierluigi Biondi e Umberto Di Primio“. Infine Giorgia Meloni approfitterà dell’occasione per rappresentare le battaglie del partito in Parlamento.

Giorgia Meloni a L’Aquila e la crisi con la Lega.

Resta intanto sospesa la questione relativa alla crisi aperta dalle dichiarazioni del capogruppo leghista Francesco De Santis e culminate nel ritiro delle deleghe agli assessori in quota Lega: “Per noi è stato un fulmine a ciel sereno – sottolinea Sigismondi – anche perché i rapporti con la Lega sono buoni, però questo non giustifica certe dichiarazioni ingenerose. Stiamo aspettando chiarimenti a riguardo. Dimostriamo continuamente di credere in un centrodestra unito, facendo passi indietro importanti come quelli a Chieti e Avezzano, dove avevamo proposte valide, ma abbiamo preferito privilegiare l’unità della coalizione. Ce la stiamo mettendo tutta, ma vogliamo sapere se siamo gli unici a credere a quest’unità del centrodestra”.

A fare da “collegamento” tra FdI e Lega, potrebbe essere la mediazione di Forza Italia: “Ho sentito in questi giorni il senatore Nazario Pagano, che aveva già chiesto un tavolo regionale non solo per parlare delle amministrative di Chieti ed Avezzano, ma per un confronto ampio a 360°; in quella sede potrebbe essere inserito anche il discorso L’Aquila. Nel caso, non ci sottrarremo al confronto e siederemo al tavolo con spirito costruttivo“.