Elezioni Avezzano 2020, Tiziano Genovesi: “Piano sicurezza per la Stazione”

Il piano del candidato sindaco Tiziano Genovesi (Lega) per la stazione ferroviaria di Avezzano.

AVEZZANO – Videosorveglianza, potenziamento polizia ferroviaria e presidio polizia locale, il programma di Tiziano Genovesi (Lega) per la Stazione ferroviaria.

“La zona della stazione ferroviaria, sia sulla parte frontale di piazzale Matteotti, sia sul retro, in piazzale Kennedy, è un altro di quei territori che, soprattutto in alcune ore della giornata, è definibile terra di nessuno, con spacciatori e gente poco raccomandabile che la fanno da padroni. Abbiamo incontrato le istituzioni e gli operatori in prima linea, oltre che i commercianti, per dare solidarietà e soluzioni con un piano concreto e puntuale per contrastare problemi di sicurezza e degrado”. Così il candidato sindaco della Lega alle elezioni di Avezzano, Tiziano Genovesi, dopo l’incontro con rappresentanti di Ferrovie dello Stato, agenti di polizia ferroviaria e commercianti ed esercenti nella zona della Stazione ferroviaria “che ad Avezzano insiste nelle vicinanze del centro città”.

Nel corso della visita Genovesi ha ascoltato anche i rappresentanti di società di manutenzione e pulizia della Stazione: “Stiamo continuando la nostra campagna di ascolto e il nostro tour nelle zone del degrado della città, devo dire che la tappa nella Stazione ferroviaria è stata fondamentale perché ha un notevole impatto sui cittadini di Avezzano e sui pendolari che non si sentono sicuri per gli episodi delinquenziali e criminosi che si verificano nonostante lo sforzo continuo e l’impegno delle istituzioni – spiega il 40enne imprenditore -. Abbiamo ipotizzato le soluzioni strutturali che potrebbero costituire una strategia complessiva che dia respiro ad abitanti e pendolari”.

Tra le misure, la sorveglianza dei sottopassaggi con telecamere da parte di Ferrovie dello Stato, il potenziamento dell’organico della Polfer e un presidio fisso di polizia locale “almeno nelle ore più calde”. “Chiederemo con forza a Fs di installare telecamere e ai dirigenti della Polfer più personale e, poi, quando saremo a palazzo di Città concorderemo con i vertici della polizia locale la istituzione di un presidio fisso – chiarisce Genovesi -. Insomma, lo scambio di informazioni è stato molto fruttuoso con il quadro di riferimento che per noi, ora, è ancora più chiaro. Il nostro sopralluogo è stato apprezzato dai vari protagonisti che non hanno esitato a sottolineare che da molto tempo mancava un confronto operativo sul campo con chi vive quotidianamente le gravi problematiche – conclude il candidato sindaco della Lega – . Sono situazioni che noi salviniani conosciamo bene e che sappiamo come risolvere”.