Grotte di Stiffe, boom di presenze: superata quota 6mila visite

Estate 2020, le Grotte di Stiffe superano l'impatto dell'emergenza Coronavirus: oltre 6mila visite dalla riapertura.

SAN DEMETRIO NE’ VESTINI – Il Covid non ferma il turismo: raggiunte le 6mila visite dalla riapertura di giugno.

Dalla riapertura post Covid 19, sono oltre 6mila i visitatori che hanno scelto le Grotte di Stiffe, una meraviglia naturale in territorio di San Demetrio ne’ Vestini. Si conferma quindi il trend positivo per il turismo dei piccoli borghi che reggono l’urto delle misure anti Covid, anzi sembrano beneficiarne: “I numeri di quest’anno – conferma a IlCapoluogo.it il vicesindaco di San Demetrio, Antonio Di Bartolomeo – sono in linea con quelli degli anni passati, anzi, anche in leggera crescita”.

Tutto questo, nonostante le restrizioni dovute alle misure per contenere i contagi da Coronavirus: “Negli anni scorsi potevamo fare anche 600 visitatori al giorno e dalla riapertura post Covid ciò naturalmente non è più possibile; nonostante questo i numeri sono positivi, anche perché se gli altri anni avevamo presenze legate maggiormente al fine settimana, quest’anno le visite sono ‘spalmate’ lungo tutta la settimana e questo ci consente di organizzare visite in sicurezza, scaglionate in gruppi ben determinati”. Soddisfatto quindi il vicesindaco: “Si tratta di un risultato positivo che non ci aspettavamo. Riceviamo visitatori di ogni età, famiglie, che si distribuiscono in tutta la settimana, e grazie a questo non abbiamo risentito di cali di presenze, anzi: i numeri sono aumentati e riusciamo a gestirli in sicurezza”.

Grotte di Stiffe, le procedure anti Covid per le visite: obbligo di prenotazione.

Se prima dell’emergenza si poteva andare e acquistare i biglietti sul posto, adesso è obbligatorio prenotare online o per telefono. Durante le visite si devono indossare le mascherine e i guanti. Sono necessari anche i guanti, in quanto non è possibile sanificare la balaustra all’interno delle Grotte.