Parià, in centro a L’Aquila la pizzeria “sta senza pnzier”

Parià, un nome che è tutto un programma per la nuova pizzeria napoletana all'Aquila in piazza della Prefettura.

Parià, un nome che è tutto un programma per la nuova pizzeria che ha aperto i battenti all’Aquila in piazza della Prefettura.

Parià è un verbo napoletano, prima che venisse largamente usato nel gergo giovanile corrente e nel dialetto, aveva un significato ben preciso: parià voleva dire digerire.

Dagli anni ’70 il verbo parià è diventato “preda” dei giovani ed ha assunto un significato assolutamente nuovo; oggi parià significa divertirsi, perder tempo, comportarsi in modo sciolto, godersi la vita.

Con questo spirito, votato proprio al godimento e allo stare “senza pnzier” come dicono all’ombra del Vesuvio, Luca Cucciniello e Federico Cicerone hanno deciso di investire nelle potenzialità e nella voglia di vita che si respira in centro storico dopo tutte le difficoltà legate al post sisma.

Luca è napoletano di nascita ma aquilano di cuore e di adozione,  è un pizzaiolo che ha lavorato tanti anni a Milano in un locale gourmet molto rinomato. Voleva tornare all’Aquila perchè sentiva forte il desiderio di casa.

Federico invece è un ingegnere informativo, ha acquisito esperienza nel food delivery, ha lavorato per una start up che si occupa di consegna a domicilio di cibo.

Parià è quindi il frutto delle loro competenze, “messe al servizio della città, puntando su un classico, la pizza, che unisce e mette d’accordo tutti!”, spiegano al Capoluogo.

Tornando all’accezione originaria del termine parià e quindi digerire, nel nuovo locale di Luca e Federico sarà possibile gustare una pizza leggerissima, realizzata con l’impasto lavorato a biga. “Una lunga preparazione che comincia 72 ore prima e che vuole impegno, coccole e dedizione”.

La pizza risulta così leggera e molto aerata, inoltre verranno utilizzate solo farine poco raffinate e macinate a pietra da grano 100 per cento italiano, con un’attenzione per i grani che regala il territorio aquilano.

Un altro tassello fondamentale saranno gli ingredienti: buona parte a km zero o campani, tutti a presidio Dop, Igp e Slow food.

“E non ci fermiamo a questo. La stessa cura e attenzione riposta negli ingredienti, viene riservata a ciò che accompagnerà il vostro pasto: da noi troverete un’ampia scelta di birre artigianali, ideate e lavorate dai migliori produttori indipendenti presenti sul territorio nazionale. Con noi scoprirete come la tradizione può ispirare nuovi gusti e nuovi abbinamenti”.

Parià, anche delivery

“Avete mai pensato di gustare una pizza a casa vostra come fosse appena uscita dal forno della pizzeria? Grazie al nostro sistema di delivery e agli innovativi strumenti impiegati per la consegna, garantiamo una qualità dei nostri prodotti a domicilio assolutamente alla pari di quella che troverete nel nostro locale. Abbiamo investito in soluzioni che permettono di mantenere la temperatura di pizze e fritti elevata e costante, durante il tragitto dal nostro locale a casa vostra. La nostra priorità è, infatti, garantire uno standard elevato dei nostri prodotti, a prescindere dal luogo in cui i nostri clienti li gusteranno”.

“Vi aspettiamo, noi ci mettiamo, cuore, passione e tanta buona volontà. L’Aquila ha bisogno di sorrisi, voci allegre e divertimento, per l’appunto anche noi napoletani dobbiamo parià!”.