Lega L’Aquila, parte campagna di ascolto sul territorio

Lega L'Aquila, al via campagna di ascolto sul territorio "per dare nuovo impulso all'attività dell'Amministrazione comunale". Incontri con artigiani, commercianti, imprenditori, albergatori, associazioni di categoria e di volontariato, semplici cittadini.

La Lega L’Aquila riparte dal territorio: al via una campagna di ascolto per dare nuovo impulso all’attività dell’Amministrazione comunale.

Lo annunciano in una nota il coordinatore regionale del partito, il deputato aquilano Luigi D’Eramo, il vice presidente della giunta, Emanuele Imprudente, gli assessori Fabrizio Taranta, Daniele Ferella e Fabrizia Aquilio e tutto il gruppo consiliare cittadino.

“Da lunedì la Lega comincerà una campagna di ascolto che andrà avanti per tutta l’estate. Incontreremo artigiani, commercianti, imprenditori, albergatori, associazioni di categoria e di volontariato, semplici cittadini. Saremo per strada e nelle piazze, anche nelle frazioni, per recepire le loro istanze e dare nuovo impulso all’azione amministrativa comunale”.

“Saremo presenti in maniera massiccia – spiega il gruppo della Lega – per fare il punto della situazione del lavoro svolto fino ad oggi e capire, al contempo, quali sono le nuove necessità emerse alla luce dell’emergenza coronavirus. L’obiettivo è arrivare alla stesura di un piano concreto, dettagliato, serio, che fissi le priorità e le linee di intervento più urgenti per calibrare al meglio l’azione politica e amministrativa e renderla più aderente alle necessità attuali. Massima attenzione sarà riposta sui temi centrali in questa fase delicatissima: commercio, attività produttive, sociale, qualità della vita, cura dell’ambiente, disagio e povertà. Argomenti che si incasellano perfettamente nell’attività già portata avanti proficuamente da assessori e consiglieri comunali del partito. Abbiamo assunto degli impegni in campagna elettorale e i cittadini hanno riposto nella Lega la massima fiducia, premiandoci in ogni competizione con numeri importantissimi. E’ per questo che, nel solco di quanto fatto finora, non intendiamo modificare la nostra linea d’azione, accanto ai cittadini e sul territorio, senza sosta alcuna, lavorando alacremente sui problemi e sulle strategie di sviluppo. Il momento è critico e impone serietà e concretezza”.