Ponte Belvedere, nuovo studio strutturale

Ponte Belvedere, un nuovo studio strutturale. Si valuterà la convenienza dell'abbattimento della struttura. Parere tecnico affidato all'ingegner Fausto Fracassi

Ponte Belvedere, un nuovo studio strutturale affidato, dal Comune dell’Aquila, all’ingegner Fausto Fracassi. Il parere tecnico permetterà, definitivamente, di valutare la convenienza dell’abbattimento, a fronte della nuova normativa vigente e di uno studio universitario, che rischia di essere non più attuale.

Pubblicata sul sito del Comune dell’Aquila la determina numero 2809, per la verifica tecnico-economica della riparazione e consolidamento strutturale, ovvero della demolizione e ricostruzione del Ponte Belvedere.

Sarà “l’ingegnere Fausto Fracassi, già sindaco di Ocre e uno dei massimi strutturisti del territorio, a fornire il parere tecnico necessario” ha spiegato il vice sindaco Raffaele Daniele, a “fronte di un progetto, curato già all’indomani del sisma del 2009, dal professor Galeota, non più attuale per l’evoluzione delle norme vigenti”.

Il Comune, infatti, aveva nella proprie disponibilità uno studio a cura del professore universitario Dante Galeota.

“Lo studio elaborato dal professor Galeota – ha aggiunto il vice sindaco – risale al periodo in cui la normativa prevedeva due tipologie di ponti, di 1^ e di 2^ categoria. Nel 2016, però, la normativa è cambiata: tutte le tipologie di ponti sono state equiparate alla 1^ categoria: ciò ha comportato una serie di requisiti più rigidi. Quindi non potevamo essere certi che le prove fatte (sondaggi e prove di carico ndr) anni fa, fossero sufficienti a garantire la possibilità di riparare la struttura, senza per forza abbatterla”.

Da qui la necessità del nuovo studio, che costerà al Comune meno di 4mila euro, per un parere qualificato e per poter “prendere la decisione più giusta in serenità, tutelando altresì i tecnici che adotteranno gli atti. Sicuramente non si poteva fare affidamento su un parere superato per sopraggiunti mutamenti normativi”.