Mountain Bike e Downhill, divertirsi ma in sicurezza: il punto dell’esperto

Mountain Bike e downhill, adrenalina e brivido devono andare di pari passo con la conoscenza dei rischi, per praticare sport consapevolmente. L'approfondimento con la scuola Gravity Academy

Giornata nera per la cronaca cittadina a L’Aquila quella di domenica che racconta di un nuovo incidente, questa volta mortale, in mountain bike. Il secondo in poche settimane nella pineta di Roio.

Nel mezzo di rabbia e dolore, resta poco spazio per la riflessione. Trovare i perché di una tragedia è impossibile.

Ogni sport ed ogni passione nascondono delle insidie, di cui gli appassionati sono perfettamente consapevoli, ma il rischio si riduce con l’esercizio e la preparazione. Non serve demonizzare gli sport adrenalinici, quanto evitare che persone inesperte vi si avvicinino senza la Guida di personale formato e la preparazione necessaria.

È importante, quindi, sensibilizzare alla prevenzione, per tutti. In particolare per gli appassionati del mondo mountain bike.

Mountain Bike, conoscere la disciplina

Passione e conoscenza vanno di pari passo, soprattutto quando la passione è direttamente classificabile nella categoria degli sport estremi. L’esempio principe è quello del downhill, lo sport estremo in sella all’amata mountain bike. Fondamentale è, allora, coltivare le proprie passioni affiancando la giusta preparazione all’adrenalina che lo sport sa regalare.

“I corsi sono fondamentali nel primo approccio alla mountain bike” – ci spiega la scuola Gravity Academy, contattata dalla redazione del Capoluogo.

Un buon punto di partenza è il corso guida per essere più coscienti della disciplina. Il corso, infatti, serve a: “Studiare il sentiero, valutarne gli ostacoli e i relativi rischi che si possono incontrare. Una valutazione che ti porta a capire se sei o meno in grado di intraprendere quel tipo di percorso. Un corso guida serve, fondamentalmente, ad apprendere le nozioni principali in tema di sicurezza“.

I corsi per gli sport in mountain bike partono anche dalle fasce di giovani età. Nel caso specifico della Gravity Academy ci sono, ad esempio, corsi dedicati ai bambini. Corsi guida e sicurezza in Mountain Bike, che si tengono non solo a L’Aquila. “I campi scuola iniziano da un piazzale in piano e in asfalto, basta partire da lì. Le prime esercitazioni durano un mese e poi si parte con le prove sulle discese”.

Fondamentale non sottovalutare, mai, il rischio. Alla pineta di Roio si trovano diverse tipologie da piste, ma “non si tratta di piste ciclabili: i percorsi sono tutti in discesa. Bisogna avere una buona padronanza del mezzo per poter affrontare quei percorsi”.