Avezzano 2020, Forza Italia non arretra

Avezzano 2020 e questione Febbo, tavolo non risolutivo del centrodestra a L'Aquila. Forza Italia non arretra su Anna Maria Taccone.

Avezzano 2020, Forza Italia non arretra e continua ad agitare le acque del centrodestra. Avanti con Anna Maria Taccone: questa la posizione ribadita al tavolo regionale tenutosi questa sera a L’Aquila.

Non solo Avezzano 2020 sul tavolo in casa centrodestra. Tiene banco anche la questione Febbo, dopo la sospensione dal Partito dell’assessore regionale.

La coalizione, intanto, continua il confronto, ma, almeno al momento, senza l’accelerata decisiva. Il semaforo verde alla candidatura di Tiziano Genovesi arriva definitivamente – e questa non è una novità – da Fratelli d’Italia e Udc.

Forza Italia, invece, almeno per ora, continua a rivendicare il diritto ad esprimere un proprio candidato. I forzisti hanno riproposto con forza la dottoressa Taccone: lo scontro con il Carroccio, in questo senso, nasce alla base. Gli azzurri preferiscono far correre alla carica di sindaco di Avezzano un candidato che arrivi dalla società civile; la Lega, al contrario, punta dritto su uomini di partito.

Avezzano 2020, questione di tempo

Forza Italia continua ad alzare il prezzo per ottenere posizioni? Questione di giorni e arriveranno maggiori risposte, probabilmente proprio dall’incontro, in programma a Roma, con i vertici nazionali del Partito.

Il tavolo del centrodestra si è tenuto nella sede della Lega a L’Aquila. Confermati gli esponenti dei gruppi già riunitisi la scorsa settimana, quando Nazario Pagano e Gabriele De Angelis hanno annunciato la candidatura FI, in contemporanea all’inaugurazione della sede elettorale Lega ad Avezzano. New entry di oggi il sindaco di San Benedetto dei Marsi, Quirino D’Orazio. Una presenza che spicca se messa a confronto con l’assenza di Emilio Iampieri, ancora una volta non pervenuto.

Centrodestra, non solo Avezzano 2020

Al centro del tavolo anche l’affare Febbo. Quasi un aut aut arrivato dalla Lega per l’assessore regionale. Entro la prossima settimana, Febbo dovrà comunicare la sua posizione. Dopo l’auto-sospensione da Forza Italia ci si aspetta di capire che espressione ricoprirà in Giunta. Questione direttamente collegata alla partita elettorale di Chieti. Qui la Lega ha già espresso il suo candidato sindaco nella persona di Fabrizio Di Stefano. L’appoggio da parte dell’assessore regionale al progetto civico, con a capo Bruno Di Iorio, ha gettato altra benzina sul fuoco.

La coalizione dialoga, ma non senza pestarsi i piedi.