Napoli Calcio in ritiro fino al 2025 a Castel di Sangro: è ufficiale

Napoli calcio: ufficiale il ritiro pre campionato a Castel di Sangro.

Il Napoli svolgerà il ritiro pre-campionato a Castel di Sangro fino al 2025.

Come anticipato dal Capoluogo la notizia era già trapelata ma adesso c’è stata l’ufficialità.

È arrivata infatti l’approvazione della delibera che porterà il Napoli a preparare la stagione per i prossimi 6 anni a Castel di Sangro.

“Alla società andranno 800 mila euro e il club si impegnerà a disputare tre amichevoli. Le date sono incerte per la Champions. A Castel di Sangro c’è un impianto da 7000 spettatori, De Laurentiis ha apprezzato le nostre strutture infatti c’è la possibilità di un rinnovo per altri 6 anni. C’è anche un contratto con il comune, oltre che con la Regione”, ha detto l’assessore regionale al Turismo Mauro Febbo.

Su proposta degli assessori Mauro Febbo e Guido Quintino Liris, la giunta ha approvato quindi il provvedimento che prevede un contratto di partnership istituzionale tra la Società Sportiva Calcio Napoli e la Regione Abruzzo.

L’accordo produce importanti ricadute produttive e turistiche sul territorio regionale e su tutto il comprensorio di Castel di Sangro, Roccaraso, Rivisondoli, Pescocostanzo e aree limitrofe.

Sin dal mese di agosto di quest’anno la società partenopea potrà organizzare i ritiri estivi precampionato della prima squadra in Abruzzo. L’accordo riguarda gli anni 2020, 2021, 2022, 2023, 2024 e 2025.

La giunta ha approvato la convenzione ed ha dato mandato al presidente Marsilio di sottoscrivere l’intesa con la società sportiva, in qualità di rappresentante legale dell’Ente.

In un momento così delicato, a seguito della pandemia è considerata un’occasione unica per la promozione turistica regionale e per accrescere lo sviluppo economico, lungimirante perché in grado di generare anche nei prossimi anni, un indotto stabile e durevole.

Gli altri provvedimenti della Giunta regionale

Su proposta del Presidente, la giunta ha aggiornato il Piano regionale annuale con cui vengono programmate le attività di prevenzione e lotta agli incendi boschivi.

Il piano prevede la suddivisione del territorio regionale in ambiti territoriali di maggior rischio incendi, l’analisi dei territori e la individuazione di interventi specifici.

Ciò consente l’aggiornamento dello strumento di prevenzione di cui si è dotata la regione Abruzzo con delibera del 2011, in applicazione della legge quadro in materia di incendi boschivi del 2000.

Nuove disposizioni, su proposta del Vice Presidente con delega all’agricoltura, per l’anticipo dei prodotti petroliferi agevolati in agricoltura a seguito dell’emergenza da COVID19.

Per il 2020, fino al 31 luglio o ad altra data legata alla dichiarazione dello stato di emergenza, i soggetti interessati possono proporre domanda per l’assegnazione dell’anticipo del carburante agricolo agevolato nella misura massima del 70%.

Disposta la proroga al 15 luglio 2020, del termine stabilito per gli adempimenti per il fondo di garanzia regionale istituito presso l’organismo pagatore Agea. Quest’ultimo ha in dotazione le somme necessarie per garantire il pagamento di anticipi pari a 20 milioni di euro per 40 beneficiari che dovranno presentare alla Regione polizze fideiussorie degli anticipi.

Su proposta dell’assessore Guido Quintino Liris, approvate nuove indicazioni operative sulla organizzazione del comparto ‘Sistemi informativi e telematici’.

Oltre a ribadire l’obbligatorietà del parere del SIR (Sistema informativo regionale) di concerto con Aric su tutti i progetti informatici programmati dai dipartimenti regionali, dagli enti strumentali e dalle aziende regionali beneficiari di finanziamenti regionali, viene fissato un termine per il rilascio del parere, obbligatorio per la presentazione in giunta di tali progetti.

L’esito positivo della verifica da parte delle strutture preposte consente di evitare duplicazioni di interventi e di costi con un contenimento della spesa e una razionalizzazione delle risorse finanziarie regionali.

Gli enti, nella realizzazione dei progetti informatici, sono tenuti a rivolgersi all’Agenzia regionale per l’Informatica e la Committenza che, oltre alla possibilità di realizzare gli interventi fornirà anche il supporto tecnico, scientifico, di consulenza e la direzione tecnica delle realizzazioni.

Prorogati, su proposta dell’assessore Nicoletta Verì, i comitati etici per le province di Chieti e Pescara che restano in carica fino al 31 ottobre 2020. Le attività del comitato sono state sospese in ragione della diffusione del virus covid-19.

Recepita l’intesa del febbraio 2020 con cui la Conferenza Stato regioni e le province autonome hanno approvato il piano di controllo Nazionale pluriennale 2020-2022.

Si è proceduto poi alla nomina di Maurizio Di Giosia quale direttore generale della Asl di Teramo e di Vincenzo Ciamponi come direttore generale Asl di Pescara, dato atto dell’iter procedimentale svolto e del decreto del Presidente della giunta regionale che individua i due direttori.

Ai sensi del Decreto Legge n. 34/2020 al fine di promuovere il diritto allo studio universitario degli studenti capaci e meritevoli, ancorché privi di mezzi, che presentino i requisiti il fondo è incrementato, per l’anno 2020, di 40 milioni di euro.

Tale aumento è finalizzato a sostenere gli interventi delle regioni in favore degli studenti che risultino idonei ai benefici per il diritto allo studio, nonché, fino alla concorrenza dei fondi disponibili, a sostenere gli eventuali ulteriori interventi, una volta soddisfatti gli idonei, in favore degli studenti che, in conseguenza della emergenza sanitaria, risultino esclusi dalle graduatorie regionali per carenza dei requisiti collegati al merito.

La giunta, su proposta dell’assessore Piero Fioretti, ha recepito l’Accordo in Conferenza delle Regioni sulle linee guida per l’utilizzo delle risorse.

Si rinvia a successivo atto il calcolo della percentuale di Borsa-COVID (già stabilita nel valore minimo dell’80% dall’accordo in Conferenza delle Regioni), e si demanda alle Aziende DSU di Chieti-Pescara, L’Aquila e Teramo ogni altro adempimento necessario, nell’ambito della propria autonomia gestionale.