L’Aquila, arrivano le guide turistiche e i servizi per non vedenti

Guide e servizi per il turismo in città e sul territorio. La conferenza stampa a Palazzo Fibbioni.

Turismo, da sabato guide a disposizione per città e territorio. Comune mette a disposizione Infopoint, servizio anche per i non vedenti.

Garantire l’assistenza e un servizio continuo di guide per il turista, ma anche per gli Aquilani che vogliono approfondire le bellezze della città e del territorio, con possibilità di apprezzare tali bellezze anche da parte delle persone prive di vista. Questo il progetto per il periodo estivo allestito dalle guide turistiche dell’Aquila, attraverso un progetto presentato oggi a palazzo Fibbioni, nella sede centrale dell’ente. A partire da sabato 11 luglio sarà possibile prenotare le visite guidate all’infopoint dell’amministrazione comunale, in piazza Battaglione degli Alpini (aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20, tel. 0862.1910737, e mail turismo@quilaquila.it ).

“Aggiungiamo un altro tassello all’operazione che mira a innalzare il target di attrattività dell’Aquila e del territorio – ha spiegato l’assessore al Turismo e alla Promozione dell’immagine della città, Fabrizia Aquilio – dopo l’allestimento del sito internet quilaquila.it , con le relative pagine social, e della realizzazione e diffusione del video promozionale in stazioni, autostrade e centri commerciali della Capitale e delle città più grandi del centro Italia, è possibile offrire ai visitatori degli itinerari sia all’interno dell’Aquila che nel suo territorio. Il progetto è ideato e realizzato dalle guide. Il Comune metterà a disposizione il punto informativo in piazza Battaglione Alpini e quello telematico per agevolare il turista che volesse fruire del servizio. Per il resto, tutta l’operazione sarà gestita dalle guide stesse e da un tour operator, coinvolto dagli organizzatori nel progetto”.

“Consegneremo all’Infopoint la turnazione degli accompagnatori – ha osservato Lucia Tognocchi, archeologa e guida turistica, che ha partecipato alla conferenza insieme con le altre guide Fabiana Verde, Natalina Sposato, Giuseppe Baiocchetti e Francesca Salvagni – nonché materiale informativo per consentire agevolmente agli interessati di poter prenotare il servizio. In città, gli itinerari riguarderanno monumenti, basiliche, edifici di grande valore storico, mentre sul territorio sono stati programmati due percorsi, uno attraverso i castelli dell’aquilano (quelli di Castel del Monte, Santo Stefano di Sessanio, Calascio e così via), mentre l’altro sarà incentrato sulla pittura medioevale aquilana e sarà possibile vedere anche opere d’arte di pregio, spesso sottovalutate”.

Sofia Leocata, dell’associazione Aquilartes, ha invece illustrato lo svolgimento dei percorsi per i non vedenti. “Anche loro avranno la possibilità di approcciarsi a opere e monumenti – ha spiegato – e questo grazie alla sezione dell’Aquila dell’Unione italiana ciechi. Saranno utilizzate tecniche di carattere tattili-sensoriali, attraverso altorilievi e contatto diretto, rispettando ovviamente le opere e i monumenti stessi”.

Con le guide, il progetto ha l’intervento di un tour operator. “Integriamo il progetto delle guide turistiche – ha osservato Antonella Arista – al fine di fornire la possibilità di visita guidata delle bellezze della nostra terra tramite l’infopoint, con l’offerta di pacchetti che possano essere d’interesse sia per i cittadini abruzzesi che le regioni di prossimità che non conoscono l’entroterra aquilano in tutti i suoi aspetti. Il nostro progetto si chiama L’Aquila da vivere, in cui sport (trekking a cavallo, di media montagna, e-bike ecc…), cultura (visite guidate storiche, archeologiche ecc..), degustazioni gastronomiche (dolci tipici, tartufo, zafferano, vino ecc…) ed eventi si intrecciano tra le tradizioni aquilane che vogliamo far conoscere. Il tutto si svolgerà in percorsi cittadini, tra i castelli aquilani, fino a Sulmona, percorrendo i luoghi di Celestino V. Particolare attenzione verrà data ai bambini ed alle famiglie”.