Celano, addio ad Antonio Contestabile, morto nel frontale sulla Tiburtina

Antonio Contestabile, storico venditore di biciclette di Celano, è rimasto vittima dell'incidente avvenuto ieri sulla Tiburtina, all'altezza di Aielli.

Era il rivenditore di bici di via Stazione. Tutta Celano lo conosceva. Ha perso la vita nell’incidente avvenuto ieri sera sulla Tiburtina Valeria, all’altezza di Aielli, Antonio Contestabile, cittadino di Celano.

Aveva 75 anni e in città tutti avevano avuto modo di conoscerlo per la sua attività. In pensione da anni, nessuno aveva dimenticato la disponibilità e l’aiuto che Antonio Contestabile era sempre pronto a dare.

“Eri una persona di una educazione unica, umile e buona. Sempre rispettoso e gentile con tutti. Avevi conquistato con i tuoi valori la stima di una intera città. Nel tuo negozio tanti di noi hanno acquistato le bici o i motorini. Avevi sempre la soluzione giusta per riparare ogni tipo guasto, perché dedicavi una grande passione e professionalità nel tuo lavoro. Riposa in pace amico Antonio. Le più sentite condoglianze alla famiglia”.

Le parole scelte dal sindaco, Settimio Santilli, per dire addio ad Antonio Contestabile, che ha perso al vita sulla Tiburtina, teatro di un gravissimo incidente, l’ennesimo. Sulla stessa strada, qualche chilometro prima, un anno fa perse la vita la giovanissima Sara Sforza, 24enne di Aielli.