Avezzano 2020, Tiziano Genovesi inaugura la sede: “L’uomo libero, estraneo alla politica”

Inaugurata in via Corradini ad Avezzano la sede elettorale della Lega. Tiziano Genovesi: "Insieme scardineremo la città da un sistema che l'ha svenduta per 20 anni"

Elezioni Avezzano, presentazione della sede elettorale della Lega in via Corradini. Con il candidato sindaco Tiziano Genovesi presenti i rappresentanti regionali e territoriali del partito.

Verso il voto di settembre è quella della Lega e del candidato Tiziano Genovesi la prima sede elettorale inaugurata in città. Una città che arriva da oltre un anno di commissariamento.

“Insieme scardineremo il sistema che ha svenduto Avezzano in questi ultimi 20 anni”, così un emozionato Tiziano Genovesi, al battesimo ufficiale della sede Lega per le elezioni di Avezzano 2020.

“Avezzano deve diventare una città che affronta i problemi per risolverli – ha proseguito Genovesi – A settembre bisognerà affrontare una vera e propria bomba sociale e bisogna farsi trovare pronti. Questa sede servirà anche a questo: sarà il luogo dell’ascolto. Siamo fin da ora a disposizione per cercare di risolvere i problemi di tutti. Il sindaco di Avezzano dovrà essere presente e lavorare per la città, lavorare per trovare finanziamenti che permettano al territorio di svilupparsi. So di essere giovane: quando mi hanno proposto la candidatura i polsi mi tremavano, ma sono pronto e a disposizione per la gente di Avezzano”.

Avezzano 2020, Lega: inaugurazione sede elettorale con Tiziano Genovesi sindaco

Alle 18,30 l’appuntamento inaugurale. Presente l’onorevole della Lega Luigi D’Eramo, che ha dichiarato: “In questi giorni ho sentito ad Avezzano voglia di cambiamento. Un cambiamento che desiderano solo le persone veramente libere. Con Tiziano Genovesi un domani diverso è possibile. Ma deve cambiare anche e soprattutto la politica e bisogna avere il coraggio di dirlo. Tiziano Genovesi è un uomo libero, non è ricattabile, non ha distribuito posti di lavoro. E c’è tanto bisogno di una persona nuova, che faccia uscire questa città dal torpore. Questo è il momento storico in cui un 40enne può essere alla guida di una città come Avezzano. Non possiamo riconsegnare il territorio a chi l’ha già governato ed ha perso“.

Ha continuato D’Eramo: “Noi non imposteremo una campagna elettorale fondata sullo scontro, non c’è bisogno delle critiche in questo particolare momento. Bisogna, invece, risolvere i problemi: la politica serve a questo. Ecco perché incentreremo la nostra campagna elettorale sulle problematiche e le criticità della città, anche su quelle croniche, che attanagliano il territorio ormai da un ventennio. Tiziano rappresenta la leadership del primo partito della Marsica, ma soprattutto la nuova generazione sulle cui spalle si dovrà costruire il futuro di Avezzano”.

“Tiziano sta facendo un grande lavoro di ascolto, partendo dalle periferie cittadine. Sarà un sindaco di raccordo delle espressioni politiche, anche perché ricordiamo che senza politica Avezzano è stata troppo tempo allo sbando nel recente passato. È tempo di fare un salto di qualità. Partiamo dalla Sanità e arriviamo allo sviluppo dell’agricoltura, con la giusta attenzione al Fucino”. Le parole del vice presidente della Giunta regionale, Emanuele Imprudente.

Queste le parole del consigliere regionale Simone Angelosante: “L’establishment di Avezzano teme la forza di Tiziano. Perché la sua forza, la forza del partito, è stare tra la gente, al fianco della gente. Siamo la forza del buon governo. Avezzano non può più permettersi il fallimento dei giochi politici. Votare ad Avezzano significherà votare per l’intera Marsica, che vede in Avezzano l’autentico centro propulsore del territorio. Tiziano sarà il sindaco di tutti gli avezzanesi”.