Frazioni e zone degradate di Avezzano, Genovesi: “Non più cittadini di serie B”

Amministrative 2020, entra nel vivo la campagna di ascolto promossa dal candidato sindaco Tiziano Genovesi (Lega).

AVEZZANO – “Viaggio” in quartieri, frazioni e zone degradate del candidato sindaco della Lega, Tiziano Genovesi: “Sicurezza e rilancio”.

Entra nel vivo la campagna di incontro e ascolto tra i cittadini di Avezzano e della Marsica lanciata nei giorni scorsi dal dirigente provinciale della Lega Tiziano Genovesi, candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative del prossimo mese di settembre: il 40enne imprenditore marsicano insieme al suo staff ha stilato un tour nei quartieri e nelle frazioni più popolose e problematiche e un “viaggio” nelle zone degradate del territorio. In questi giorni, Genovesi e la dirigenza marsicana della Lega hanno incontrato gruppi di commercianti, dell’imprenditoria, delle professioni oltre ai tifosi dell’Avezzano calcio, squadra retrocessa in Eccellenza, ed operatori del settore tartuficolo.

“Come annunciato e promesso – spiega Genovesi – la nostra proposta per risollevare le sorti di questa città, non parte da caminetti, accordicchi e politicismi, ma dai bisogni concreti della gente, e dunque dalla segnalazione di problemi, dal suggerimento di proposte risolutive. Ed è con questa ‘materia prima’ che costruiremo il nostro programma elettorale  al quale collegheremo candidati che abbiano le competenze e la giusta motivazione  per trovare le soluzioni e dare risposte concrete”.

Particolarmente importante l’incontro con i commercianti, che hanno illustrato i problemi di un settore cruciale che risente più di altri della crisi causata dal lockdown resosi necessario per contrastare l’epidemia del coronavirus ed ora alle prese con la significativa riduzione dei consumi e del giro d’affari.

“L’Amministrazione che ho in mente – continua il 40enne imprenditore – deve essere vicina al commercio, e questo significa garantire sicurezza, e dunque telecamere e più forze dell’ordine sul campo, e ancora decoro urbano, parcheggi, iniziative di carattere culturale e ludico per animare i luoghi dello shopping, solo per fare qualche esempio. In questa fase di crisi e pesante incertezza, anche il Comune può e deve mettere in campo strumenti di valenza economica che aiutino gli imprenditori a risollevarsi, tenuto conto che da parte del Governo centrale sono arrivate molti annunci e promesse, e ben pochi fatti”.

Infine, a breve, inizierà il tour nei quartieri e nella frazioni della città: “Non è più tollerabile che esitano cittadini di serie A e di serie B, tutti devono avere diritto a servizi, attenzioni, pulizia e soprattutto sicurezza. Ci sono purtroppo aree degradate, dove sono presenti persone non per bene, tra cui molti extracomunitari irregolari che di rispettare le regole del Paese che li ospita non ne vogliono sapere. Vanno restituite alla normalità e alle regole”.