Bonus vacanze, via alle agevolazioni: fino a 500 euro per chi sceglie l’Italia

Bonus vacanze, scatta da oggi, 1 luglio, l'agevolazione economica per chi sceglierà agriturismi, hotel e B&B in Italia. Ecco come richiederlo

Turismo post Covid, è tempo di bonus vacanze. Scatta da oggi, 1 luglio, l’agevolazione economica per chi sceglierà agriturismi, hotel e B&B presenti in Italia.

Il bonus vacanze è una delle misure previste dal decreto Rilancio a favore delle famiglie con Isee che non superi i 40mila euro. Non solo vacanze estive: il bonus ha infatti valenza fino al 31 dicembre.

Vediamo chi può richiederlo e come.

Bonus vacanze, chi può richiederlo

Possono richiederlo le famiglie con Isee ordinario o Isee corrente inferiore a 40.000 euro. Si tratta di un credito: si parte dai 150 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona, a 300 euro per quelli composti da due persone, fino a 500 euro per le famiglie composte da tre componenti in su.

Bonus vacanze, come richiederlo

Per richiederlo bisognerà scaricare l’app IO – che ha registrato in queste settimane un aumento esponenziale di download – e avere lo Spid, l’identità digitale, o la nuova carta d’identità elettronica.

Una volta inviata la richiesta, si riceverà un barcode che potrà essere utilizzato dalla famiglia per ottenere lo sconto dall’albergatore/fornitore. La famiglia, al momento del pagamento, avrà uno sconto dal fornitore dell’80% dell’importo del bonus. Il rimanente 20% potrà essere recuperato in dichiarazione dei redditi 2021 come detrazione d’imposta. Il buono (fino a 500 euro a famiglia) si potrà spendere a partire da oggi, 1 luglio, e fino alla fine dell’anno.

Bonus vacanze, le regole da seguire

Per ottenere il bonus, le spese devono essere sostenute in una unica soluzione. Il totale del corrispettivo deve essere documentato da fattura, nella quale deve essere indicato il codice fiscale del soggetto che intende fruire del credito. Il pagamento del servizio inoltre, se non effettuato direttamente alle imprese turistico ricettive/agriturismi o bed&breakfast, potrà essere gestito solo da agenzie di viaggio o tour operator.