Emergenza Poesia, le stelle di Edith Södergran

"Le stelle" di Edith Irene Södergran per la rubrica "Emergenza Poesia", a cura di Alessandra Prospero.

“Le stelle” di Edith Irene Södergran per la rubrica Emergenza Poesia, a cura di Alessandra Prospero.

Quando viene la notte,
io sto sulla scala e ascolto,
le stelle sciamano in giardino
ed io sto nel buio.
Senti, una stella è caduta risuonando!
Non andare a piedi nudi sull’erba,
il mio giardino è pieno di schegge.

“Le stelle” di Edith Irene Södergran

 

La vita di Edith Irene Södergran fu breve come una “stella caduta risuonando”, anche se la sua luminosità fu più evidente per i posteri. La giovane poetessa finlandese infatti fu considerata post mortem una delle voci più autorevoli dell’espressionismo e del modernismo nazionale e della poesia svedese (lingua in cui si espresse). Fu profondamente influenzata dai simbolisti, influenza che ritroviamo anche in questa lirica struggente e suggestiva, fatta di immagini e di languore. Lo stesso languore con cui attendiamo che l’altro si avvicini nonostante le schegge a baluardo della nostra condizione solitaria.