Quantcast

Chef_Mimi_2.0, dall’Abruzzo a Instagram mangia sano e a km 0 foto

Chef_Mimi_2.0: una pagina Instagram carica di amore per una cucina bio e salutare con i prodotti della terra d'Abruzzo.

Chef_Mimi_2.0, ovvero cucina semplice e con un leit motiv: prodotti di stagione, a km zero o con una filiera cortissima.

chef mimi

Chi è e cos’è Chef Mimi

Chef_Mimi_2.0. è una pagina Instagram, colorata e spumeggiante come la sua proprietaria: l’aquilana Emanuela Lombardo, ribattezzata dagli amici Mimi, giovane manager nel campo del marketing, trapiantata a Milano per amore e per lavoro, che ha unito parte della sua professione alla sua grande passione per la cucina.

Chef_Mimi_2.0 non è un blog di cucina ma un posto dove si può trovare un’ampia gamma di idee e ricette in cui il principio cardine è lo studio e la ricerca della materia prima.

Quotidianamente o quasi, Chef Mimi aggiorna la sua pagina con la chicca del giorno: idee, ricette, consigli per la spesa  in un tripudio di colori che rendono già la foto molto invitante, quasi a volerla assaggiare.

Ma lasciamo che sia proprio lei, Mimi, a raccontarsi con i lettori del Capoluogo, spiegando che cosa l’ha spinta a studiare l’alimentazione all’origine, dai prodotti che mettiamo in tavola.

“Non sono una nutrizionista ma, per il mio benessere e la mia salute, ho preferito adottare per me e per mio marito uno stile di vita molto sano, una cucina organica e totalmente naturale, con pochi ingredienti. Cotture semplici che lasciamo inalterate le proprietà dei cibi. Da questo studio sulla materia è nata la pagina Chef_Mimi_2.0” spiega Emanuela al microfono del Capoluogo.

“Una pagina nata per gioco, sulla scia dell’entusiasmo di amici e familiari: non sono né un influencer né una chef… o forse si, in riferimento ai miei affetti e nella mia cucina. Cucinare è un atto d’amore anche per chi mangerà con noi, per questo ho voluto studiare i prodotti della nostra terra, per creare un connubio perfetto tra qualcosa di buono e qualcosa di sano”.

“Mimi è il mio soprannome con cui ancora mi conoscono adesso all’Aquila. Sono andata via quasi 10 anni fa per motivi affettivi e lavorativi ma le mie radici sono qui. Appena posso, torno per ritrovare me stessa e le mie adorate montagne. Senza contare che tutto il nostro territorio è una naturale fonte di ispirazione per la mia cucina”.

chef mimi

Dove prendi la tua ispirazione?

“Nella mia famiglia c’è un’importante tradizione familiare legata al cibo: la cucina e la terra sono alla base della nostra cultura. Mia nonna prima e mia mamma poi mi hanno trasmesso questa grande passione per l’homemade in cucina: in casa si producono da generazioni pane, pasta, pizze, dolci, conserve e passata di pomodoro con le ricette di una volta, quelle semplici, fatte di pochi ingredienti che spesso provengono dalla tradizione contadina”.

“In casa si è sempre data molta importanza al mangiare inteso non solo come momento per nutrirsi ma anche e soprattutto come convivio: stare insieme, in allegria, davanti a una tavola ben apparecchiata, con i fiori, le posate buone e i bicchieri lucenti”.

La terra abruzzese quindi, ricca di materie prime e la storia familiare, è stata per Chef Mimi terreno fertile dal quale attingere per la sua pagina.

Perchè questa attenzione al prodotto?

“Noi siamo quello che mangiamo: fare la spesa può essere anche un momento molto veloce ma bisogna prestare attenzione a cosa mettiamo nel carrello dal momento che negli ultimi tempi si sta riscoprendo moltissimo il valore della terra. Anche in virtù di quanto successo negli ultimi mesi, penso che sia davvero fondamentale dedicare un momento alla scelta del prodotto, andando alla ricerca del produttore e del contadino, di quelle piccole realtà che nelle grandi città come Milano stanno proliferando e che in Abruzzo abbiamo da sempre”

Perchè è importante?

“Dal piccolo produttore trovi materia prima della terra con tutte le sue varie proprietà in una filiera corta, a km zero che assicura una qualità che altrove non si trova. La terra ha una stagionalità e noi dobbiamo seguirla e rispettarla: è sempre più frequente trovare sulle tavole le fragole a gennaio, non va bene. Dobbiamo imparare a nutrirci di quello che ci viene offerto naturalmente senza forzature che vanno a intaccare la qualità del cibo e in alcuni casi anche la nostra salute”.

“Tornare all’Aquila dopo l’emergenza Covid – che a Milano ci ha letteralmente reclusi in casa – è stato come affacciarsi al paradiso: ho recuperato serenità e tranquillità e, dopo le ore al computer in smart working, posso dedicarmi alla mia passione e passare dal marketing ai fornelli”.

“Questo territorio è un vero scrigno pieno di tesori preziosi che vengono dalla terra: ho scoperto in questi giorni piccole realtà che mi erano sconosciute e che mi hanno lasciata bocca aperta: i mulini con le loro molteplici farine, assolutamente non trattate e fatte come una volta, i piccoli produttori diretti e le loro rivendite con dei prodotti che sono una gioia per il palato ma anche per gli occhi e per la salute”.

chef mimi

Chef Mimi: due ricette per i lettori del Capoluogo.

L’acqua funzionale di Chef Mimi: Che cos’è e a cosa serve?

“Dopo il lungo isolamento – e chi sta a Milano sa cosa vuol dire – abbiamo tutti bisogno di disintossicarci, dopo settimane passate a fare panini e pizze come se non ci fosse un domani. Ho preso l’abitudine da tempo di utilizzare e inserire queste bibite homemade depurative, anticongestionanti e antinfiammatorie. Non ho inventato nulla di che: è bastato studiare le proprietà di alcune spezie di facilissima reperibilità”.

chef mimi

Acqua funzionale e depurativa 

Ingredienti: un pezzetto di zenzero grattugiato, un pezzetto di curcuma fresca grattugiata o in polvere (un cucchiaio), pepe nero per attivare la curcumina (1/2 prese), 1 limone tagliato a pezzetti, qualche foglia di menta fresca bucherellata con uno stecchino (questa operazione serve ad attivare tutte le sostanze della menta). Il tutto in un litro di acqua, far riposare tutta la notte in frigo per l’attivazione a freddo (bastano anche 4/5 ore), agitarla prima di consumarla.

“Non solo purifica ma è anche un potente antiibiotico naturale, contro il gonfiore dell’intestino”.

Non solo acqua ma anche un bel piatto di pasta, fresco e leggero e in vista del caldo. “È semplice ma scenico, un vero piacere per occhi e palato”.

chef mimi

Spaghetti integrali al pesto di rucola, basilico e anacardi

Ingredienti per 2 persone: 100 grammi di rucola selvatica, 60 grammi basilico, 3 belle manciate di anacardi, olio evo quanto basta, aglio (opzionale).

Dopo aver tenuto gli anacardi ammollo nell’acqua per 15 minuti, vanno scolati e messi nel mixer con tutti gli ingredienti. A seconda del gusto si possono lasciare anche un po’ grossolani per sentire la croccantezza della frutta secca.

chef mimi

Scolare gli spaghetti al dente, (possibilmente integrali e quadrati per una migliore resa), mantecarli in padella con un fondo di olio, aggiungere il pesto e 2/3 cucchiai di acqua di cottura per la cremina,  qualche altra foglia di rucola e di basilico.

“Seguitemi per altre ricette. Così dicono i grandi influencer e youtuber: io vi aspetto anche per confrontarci e scambiarci idee e consigli per la spesa”.

Questo il link alla pagina Instagram di Chef Mimi