Un nuovo angiografo all’ospedale di Avezzano

Un nuovo angiografo per l'ospedale di Avezzano: si tratta di una apparecchiatura all’avanguardia che servirà per interventi su grossi vasi, in particolare sull’aorta toracica e addominale

Un nuovo angiografo per l’ospedale di Avezzano: si tratta di una apparecchiatura all’avanguardia che servirà per interventi su grossi vasi, in particolare sull’aorta toracica e addominale, di cardiologia e di neuroradiologia

È stato consegnato all’Ospedale di Avezzano un nuovo Angiografo ad uso cardio-vascolare con installazione a soffitto, previsto nell’ambito della programmazione aziendale ed approvato dalla Commissione Acquisti Apparecchiature Elettromedicali della ASL nel novembre 2019.

“Si tratta di una apparecchiatura all’avanguardia che andrà a rinnovare la dotazione tecnologica, già significativa, della U.O.C. di Radiologia Interventistica del Presidio marsicano per le “procedure interventistiche su grossi vasi, in particolare l’aorta toracica e addominale, di cardiologia interventistica, di neuroradiologia” riferisce il manager Asl Roberto Testa.

angiografo avezzano

L’installazione è stata effettuata in tempi record trattandosi di tecnologia “pesante”, considerando anche la necessità di realizzare impianti ed interventi edilizi importanti: lavori che sono stati ultimati in pochissimo tempo cogliendo l’occasione della concomitante situazione dettata dall’emergenza Covid-19, che ha concentrato le attività sanitarie su altri reparti, quali il pronto Soccorso, la Terapia Intensiva, le Malattie Infettive ed altre unità Operative, presi in front-office dalla pandemia in corso.

“È inoltre recente la pubblicazione della deliberazione con la quale sono stati acquistati – su istanza dei professionisti della struttura – altri importanti accessori per tale Angiografo, quali il Poligrafo e gli applicativi software “per il monitoraggio del paziente in corso di interventi in coronarografia, vascolare e neurologia interventistica, insufficienza renale ed altri delicati e importanti interventi”.

“In tal modo la Radiologia Interventistica dell’Ospedale di Avezzano, già fortemente contraddistinta da una elevata produttività ed eccellenza nelle relative prestazioni sanitarie, può indubbiamente esprimere meglio le sue potenzialità ed il personale sanitario impegnato in prima linea (Dott. Pietro Filauri, Dott. Giuliano Valentini e le loro équipes) migliorare in maniera importante le performances professionali” prosegue il manager Testa.

“Tutto ciò gioverà indubbiamente al bilancio ASL anche in termini di mobilità attiva. Si tratta di una apparecchiatura costosa, visto che l’investimento, comprensivo di accessori e lavori connessi, supera i 500.000 euro. In tal modo si è inteso investire sulla professionalità umana e sull’alto profilo delle prestazioni che vengono ad essere erogate.
Si rimarca che l’attenzione prestata all’Ospedale di Avezzano con questo importante intervento assume una connotazione di maggiore rilievo proprio in funzione del tetto di  spesa imposto per gli investimenti e della grave situazione di bilancio ereditata, che ha costretto la Regione e la ASL ad una attenta ed oculata gestione delle risorse”.

Il nuovo angiografo è di vitale importanza per la sanità marsicana, in quanto è destinato alla “seconda sala” di Radiologia Interventistica dell’Ospedale di Avezzano in  sostituzione di macchina obsoleta e, in affiancamento all’Angiografo da tempo in uso,  risolverà il problema delle doppie urgenze cardiologiche/neurologiche, risolvendo a beneficio dei pazienti e senza conflitto il dubbio sull’urgenza da trattare per prima, evitando il trasferimento di pazienti in altra struttura sanitaria.

“L’Azienda, nonostante il momento di difficoltà contingente, continua a svolgere con  determinazione la sua mission di garanzia della salute pubblica, e questo “investimento” ne è la dimostrazione concreta”