Avezzano Calcio: presentato Paciarella

Il nuovo direttore sportivo dell'Avezzano Antonino Paciarella si presenta: “Gli obiettivi si raggiungono solo con il lavoro e con l'impegno. Programmare e provare a vincere subito non sono necessariamente due cose differenti”.

di Claudia Giannone

Antonino Paciarella è il nuovo direttore sportivo dell’Avezzano: presentazione diretta dal presidente biancoverde Gianni Paris, che pone le proprie domande al nuovo arrivato in casa Avezzano.

“Apparentemente – ha esordito Paciarella – non sono uno aggressivo, ma pretendo molto. Gli obiettivi si raggiungono solo con il lavoro e con l’impegno. Bisogna sempre essere concentrati sugli obiettivi, che non si raggiungono solo con la fortuna: dalla fortuna bisogna farsi trovare. L’importante è farsi rispettare. Devo ringraziare il Presidente, che mi ha dato la possibilità di venire in una piazza così importante. A livello professionale, può essere vista come un punto d’arrivo. Ma, a livello personale, è un punto di partenza: qui ad Avezzano la mia intenzione è aprire un ciclo”.

“Mi sembra di aver già intuito i programmi di questa società – ha proseguito – è quasi scontato partire per vincere, ma non basta dirlo. Bisogna sentirlo e programmare nel modo giusto. Programmare e provare a vincere subito non sono necessariamente due cose differenti: bisogna guardare anche al dopo, per essere certi di sapere come si andrà avanti”.

Il budget previsto è di 25.000€ nel caso di Eccellenza, 35.000€ nel caso di Serie D.

“Mi auguro che ci sia la possibilità di un ripescaggio in serie D – ha concluso – non dico che sia più semplice formare la squadra, ma è più agevole, sia per i fuori quota, sia per gli over. Prima ho avuto un incontro con il Chieti, ma da parte loro c’è stata un po’ di volontà di tergiversare”.