Quantcast
Cogesa, blitz dei carabinieri del NOE: scattano controlli e sequestri - Il Capoluogo
Cronaca

Cogesa, blitz dei carabinieri del NOE: scattano controlli e sequestri

Blitz dei carabinieri del NOE al Cogesa a seguito dell'inchiesta aperta dalla procura per i miasmi dalla discarica di Noce Mattei.

SULMONA – Carabinieri del NOE in azione presso il Cogesa, al setaccio documenti . La Procura ha aperto un’inchiesta.

La Procura di Sulmona ha aperto un’inchiesta sui miasmi della discarica di Noce Mattei gestita dal Cogesa. L’inchiesta è partita da un esposto di alcuni cittadini della frazione di Marane per cattivi odori provenienti dall’impianto, al quale il Cogesa aveva risposto con un sopralluogo dal quale la stessa partecipata non aveva rilevato criticità. A seguire, quindi, la maxi operazione che ha portato i carabinieri del NOE, il Nucleo Operativo Ecologico, presso l’impianto e negli uffici di Sviluppo Italia. Al setaccio carte, documenti e pareri. Per il blitz alla sede della partecipata si è alzato anche un elicottero in volo.

Secondo quanto riporta ondatv.tv, l’operazione avrebbe portato “a rilevare la violazione di una norma ambientale, già a suo tempo accertata con una sanzione amministrativa di 250 euro. È quindi scattato il sequestro di una porzione del centro di raccolta e la Procura ha aperto l’inchiesta sul caso. Secondo gli accertamenti effettuati il sequestro sarebbe scattato per la carenza dell’autorizzazione urbanistica, ovvero ciò che aveva rilasciato il Comune nel 2016 non era un permesso a costruire. Si procederà quindi all’iscrizione nel registro degli indagati di Vincenzo Margiotta, in qualità di rappresentante legale e amministratore unico della società pubblica, come atto dovuto”.

leggi anche
cogesa
Cronaca
Cogesa conferma, notificato sequestro preventivo del centro di raccolta a Sulmona