Lavoratori Asl 1, proroga contratti e nuove assunzioni

Lavoratori Asl 1, proroga contratti precari e nuove assunzioni dopo accordo con Uil e Fpl. "Vigileremo sugli impegni concordati auspicando un cambio di passo rispetto al passato".

Proroga contratti e nuove assunzioni per i lavoratori precari della Asl 1 dell’Aquila. Questo il risultato di un accordo tra Uil, Fpl e Asl 1 dell’Aquila.

I contratti saranno prorogati al 30 settembre, nel frattempo verranno reclutate nuove unità di personale per sopperire alle esigenze delle turnazioni delle ferie estive, per permettere l’apertura delle zone grigie, le aree filtro pre-ricoveri dopo l’effettuazione dei tamponi, e la riattivazione h24 dei ppi di Tagliacozzo e Pescina.

È quanto scaturito dall’accordo tra il segretario provinciale della Uil Fpl Antonio Ginnetti, il responsabile del dipartimento Sanità Uil Fpl Gianfranco Giorgi e il manager della Asl Roberto Testa che si sono incontrati ieri pomeriggio nella sede della direzione generale della Asl.

“Un incontro richiesto da giorni per discutere di importanti questioni sollevate dalla Uil Fpl e diventate ancora più urgenti dopo tutte le difficoltà sopraggiunte con l’emergenza Covid – affermano Ginnetti e Giorgi – Tempo fa avevamo sollecitato la ripresa della contrattazione sindacale, anche alla luce della piattaforma unitaria presentata con Cisl e Cgil. Il manager Testa, pur non nascondendo le indubbie difficoltà legate alla ripresa dell’attività, che comunque sta procedendo gradualmente, ha fornito rassicurazioni in merito al reclutamento a vario titolo del personale infermieristico, oo.ss. e altre figure professionali per garantire il dovuto recupero psicofisico e le ferie estive anche di tutto il personale che ha affrontato con eccellenza la pandemia Covid”.

Sempre nell’ambito delle politiche del personale e del superamento del precariato, sono state fornite rassicurazioni circa il prosieguo delle attività di stabilizzazione, laddove normativamente possibile, e con le procedure concorsuali.

La proroga dei precari con scadenza il 30 giugno, invece, riguarderà tutti i contratti, circa 300, atipici e in somministrazione.

Sul tema scottante delle liste d’attesa, che risultano ulteriormente peggiorate dopo l’emergenza Covid, Testa ha tenuto a precisare che, “l’azienda ha deliberato la costituzione di una task force con il coinvolgimento di tutte le unità operative per la predisposizione di un piano di abbattimento delle liste di attesa in tempi rapidi, anche con la previsione di prestazioni aggiuntive e l’apertura il sabato e la domenica”.

Ginnetti e Giorgi hanno inoltre portato all’attenzione del manager il tema delle fasce economiche dei lavoratori e della rettifica della graduatoria per elargire fasce, oltre che il pagamento delle produttività 2018-2019 ai lavoratori.

“Il dottor Testa ci ha assicurato che entro questo mese sarà fatta la nuova delibera sulle fasce e che l’azienda sanitaria sta lavorando sui pagamenti delle produttività che saranno effettuati nei prossimi mesi”, proseguono.

In relazione, infine, ai disagi per gli utenti a causa del sovraffollamento delle postazioni cup dell’ospedale San Salvatore, il vertice aziendale ha tenuto a ribadire “come esistano sulla provincia dell’Aquila ben 29 postazioni cup, il cui utilizzo da parte dell’utenza consentirebbe alla stessa di aver e un più rapido e celere servizio”.

“La Uil Fpl vigilerà sugli impegni concordati nell’incontro con il manager Testa e auspica che ci sia un cambio di passo rispetto al passato da parte della Regione Abruzzo sui temi che riguardano il personale e i servizi all’utenza – concludono – Il capoluogo di regione infatti è sempre stato penalizzato negli ultimi anni e lo dimostra il fatto che ci sono un elevato numero di precari, circa 400 con varie tipologie contrattuali, e pochi dirigenti”.