Alpini al fianco dei ristoratori aquilani, una cena per ripartire fotogallery

L'iniziativa degli Alpini: "divisi" per una sera per poter sostenere il maggior numero di ristoratori.

L’AQUILA – Missione insolita per gli Alpini della Sezione Abruzzi: un giro per i ristoranti aquilani per sostenere la ripartenza.

In tempo di Coronavirus, la voglia di non arrendersi e di inventare nuove soluzioni può rivelarsi un’arma vincente, soprattutto quando la voglia di stare al fianco della popolazione trova strade nuove, come quella trovata dagli Alpini della Sezione Abruzzi, in particolare quelli del gruppo del 9° reggimento, che hanno deciso di “dividersi” per una sera.

Abituati a stare in compagnia per spirito di condivisione, gli Alpini questa volta hanno deciso di dividersi per poter andare in diversi ristoranti, a L’Aquila e in zone limitrofe, con lo scopo di dare una mano ai tanti ristoratori in difficoltà economiche, che stanno lasciando a casa i dipendenti a causa dell’emergenza degli ultimi mesi.

banner_doc

Gli Alpini, chi con la famiglia e altri tra amici, si sono recati a cena da Parkeller, Pedro, Spapizar, Cascina per un sogno, Arnold’s Patatina, L’Unico Posto, Circolo Tennis, PizzaDa, La Monachina 2.0, La Botte e il ristorante Majella di Pacentro. Il messaggio è chiaro: andare a cena in sicurezza si può e non si escludono iniziative analoghe nelle prossime settimane.

Naturalmente i ristoratori sono stati ben lieti dell’iniziativa che ha portato il calore degli Alpini a dar man forte in questo difficile momento. Una vicinanza che ha voluto esprimere l’incoraggiamento a non mollare.