Liri, completare l’iter per organi tecnici e forum

Il sindaco D'Amico sollecita i colleghi a chiudere con gli adempimenti per il Contratto del Fiume e del Paesaggio della Valle del Liri,

Dopo l’allarme dell’associazione “Viviamo il Liri”, il sindaco di Morino, Roberto D’Amico, scrive ai colleghi, alla Regione e alla Provincia.

“Carissimi Sindaci, – scrive il primo cittadino di Morino –  ho ricevuto nei giorni scorsi la nota, che vi allego, dell’Associazione “Viviamo il Liri”, che ringrazio per la costanza e l’impegno per la salvaguardia del nostro fiume, bene primario dell’intero territorio. Nella nota ci vengono nuovamente segnalate le ricorrenti criticità che si determinano in merito alla qualità delle acque, ai fattori di inquinamento e viene chiesto a noi Sindaci un impegno operativo e costante. Nel ricordare con grande apprezzamento l’impegno Vostro e delle vostre Amministrazioni in adesione all’Accordo di Programma, sottoscritto con la Regione Abruzzo e la Provincia di l’Aquila, nel “Contratto del Fiume e del Paesaggio della Valle del Liri”, con la presente voglio sollecitarVi ad approvare, con massima sollecitudine nei Vostri Consigli Comunali, la deliberazione relativa al Regolamento per il coordinamento tecnico e per il Forum dei portatori d’interesse del territorio, (la cui costituzione ci consentirà un coinvolgimento costante ed un confronto con tutte le Associazioni del territorio e aderenti all’appello di “Viviamo il Liri”), da tempo trasmessaVi, per come approvata dall’Amministrazione capofila che rappresento. Prot. 87 del 03.06.2020″.
banner_doc

“L’approvazione dell’atto da parte di tutti i Comuni aderenti e la costituzione operativa di tutti gli organismi riconosciuti nel Contratto, – scrive D’Amico – possono essere lo strumento istituzionale attraverso il quale interloquire istituzionalmente con gli organismi di governo regionale, provinciale e nazionale, attraverso una funzione partecipativa attivata dal forum territoriale, che potrà consentirci di sviluppare un confronto, una strategia e le conseguenti progettualità necessarie per intervenire sull’intero sistema di qualità territoriale, che collega il bacino idrico del Fiume Giovenco, del Fucino, con il fiume e la Valle del Liri. Conto sicuramente sul vostro impegno in tal senso, chiedendoVi di riscontrare l’approvazione definitiva delle deliberazioni entro il corrente mese di giugno 2020, per dar modo all’Assemblea dei Sindaci di costituire gli organismi tecnici e partecipativi, oltre che avviare un concreto confronto istituzionale con la Regione Abruzzo, la Provincia dell’Aquila e i soggetti conferenti il tema dei
sistemi idrici e territoriali”.