Provincia, approvato il bilancio: gli interventi sull’area aquilana

Tutti gli interventi previsti per l'area aquilana nel bilancio della Provincia. Il dettaglio.

La Provincia approva il Bilancio, soddisfazione del vice presidente Calvisi e dei consiglieri Rocci, De Santis e Morelli per gli interventi sull’area aquilana.

“Con l’avvenuta approvazione del bilancio della Provincia dell’Aquila, molti sono gli interventi che interessano il comprensorio aquilano, un programma importante di opere pubbliche, cui abbiamo dato il nostro contributo, in forza delle deleghe conferiteci dal presidente Angelo Caruso“. Così in una nota il vice presidente Vincenzo Calvisi, delegato edilizia scolastica, il consigliere Luca Rocci, delegato viabilità, il consigliere Francesco De Santis, delegato edilizia pubblica, e il consigliere Dino Morelli, delegato ambiente.

“Per l’edilizia scolastica – dichiarano gli amministratori provinciali – sono stati stanziati ulteriori euro 900 mila sulla sede dei licei ‘D.Cotugno’ di Pettino per adeguamento energetico, 200 mila euro per la bonifica dell’area nel polo scolastico di Colle Sapone, oltre alle risorse per la progettazione delle nuove sedi ex Itas (da destinare ai Geometri) ed Ipsiasar, la cui aggiudicazione è prevista nel corso del 2020. Per la realizzazione della nuova sede dei licei del Convito Cotugno, prevista nell’area ex caserma Rossi previo accordo con il Comune dell’Aquila, sono previste risorse per la progettazione pari a 1,3 milioni di euro, a valere su stanziamento complessivo per 13,1 milioni di euro”.

banner_doc

“Sulla viabilità – proseguono Calvisi, Rocci, De Santis e Morelli –  sono previsti i seguenti interventi di manutenzione e messa in sicurezza: S.R. 17 Bis Funivia del Gran Sasso 300 mila euro, S.R.602 Ofena 235 mila euro, S.P. 7 Castel Del Monte /Barisciano / Calascio / Santo Stefano 300 mila euro, S.R. 17 Bis perMonte Cristo 400 mila euro, S.P. 32 di Lucoli 100 mila euro, S.P. 1 Amiternina di Tornimparte 150 mila euro, S.P. 30 zona Cascina 200 mila euro, S.P. 261 Subequana 300 mila euro, S.P. 36 Fossa/Monticchio 284 mila euro, S.R. 615 L’Aquila 445 mila euro. Inoltre è previsto in corso di anno l’adeguamento del progetto per la realizzazione di una rotatoria in zona Coppito, importante intervento nella zona ovest, di intesa con il Comune dell’Aquila. A questi interventi di viabilità programmati, si aggiungono sul nostro comprensorio ulteriori lavori già appaltati ed a breve da avviarsi relativi agli interventi derivanti da fondi masterplan, per complessivi 2 milioni di euro, che interessano: S.P. 30 ed S.P. 29 inAlto Aterno, S.P. 5 Silvaplana, S.P. 31 Forulense, S.P.33 di Coppito, S.P. 7 Castel del Monte, S.P. 104, S.P. 105 ed S.R .471di Montereale, S.P. 2 ed S.R. 577 di Campotosto”.

“Per gli immobili uso uffici di proprietà della Provincia danneggiati dal sisma – concludono i consiglieri provinciali aquilani – sono previste in bilancio risorse per la progettazione dei lavori su Palazzo Quinzi a valere su importo complessivo di 10,5 milioni di euro, nonché risorse per la progettazione dei lavori riguardanti le sedi ufficio ubicate in Via Verdi per 738 mila euro, in Via Strinella (ex Provveditorato) per 1 milione euro, e per l’immobile residenziale pubblico sito in Via Trecco per 225 mila euro. Per quanto riguarda la storica sede della provincia in Via Sant’Agostino, nel corso dell’anno si attende l’approvazione del progetto esecutivo da parte della soprintendenza e il contestuale avvio lavori di demolizione e ricostruzione, già aggiudicati, per un importo complessivo di appalto pari a 15,6 milioni”.

“Portiamo avanti un lavoro duro e di ascolto, pur nelle difficoltà che vivono gli enti provinciali, con la responsabilità che ci ha sempre contraddistinto e con il massimo impegno sempre e solo per il bene e l’amore dei territori della nostra provincia, in raccordo con le amministrazioni comunali” concludono.

Pari soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso: “Ho fortemente voluto un documento che partecipasse attivamente alla ripresa economica dei territori delle aree interne, condiviso con le principali necessità e urgenze delle municipalità, redatto per salvaguardare il nostro sistema produttivo e le principali esigenze di sicurezza delle infrastrutture di nostra competenza e, per questo, ringrazio i consiglieri delegati per il grande lavoro svolto”.