Covid19, il 30% dei guariti avrà problemi respiratori cronici

Covid19, il 30% dei guariti avrà problemi respiratori cronici. Il nuovo preoccupante scenario che arriva dal meeting della Società Italiana di Pneumologia.

Covid19, dopo l’infezione i polmoni sono a rischio per almeno 6 mesi ed il 30% dei guariti avrà problemi respiratori cronici.

È il nuovo preoccupante scenario che arriva dal meeting della Società Italiana di Pneumologia. Gli esiti fibrotici, cioè la cicatrice lasciata sul polmone da Covid-19, possono comportare un danno respiratorio irreversibile e costituiranno una nuova patologia di domani e “una nuova emergenza sanitaria”, avverte lo pneumologo Luca Richeldi, membro del Cts.

Bisognerà quindi attrezzarsi e rinforzare le Pneumologie.

banner_doc

 

 

 

 

 

 

Le conseguenze a lungo termine sono un rischio soprattutto per chi ha trascorso un lungo periodo in terapia intensiva. Quando l’infezione è superata, il ritorno alla vita «pre Covid» può essere un percorso tortuoso e non sempre scontato.

Le conseguenze legate al prolungato allettamento, le patologie pregresse di cui spesso i pazienti che si sono aggravati soffrono rendono la riabilitazione motoria e respiratoria indispensabile.