Consiglio regionale d’Abruzzo, quattro franchi tiratori in maggioranza

La maggioranza non trova la quadra in Consiglio regionale. Salta l'elezione del Garante per l'Infanzia, sul filo di lana la nomina per l'stituto Zooprofilattico.

Consiglio regionale d’Abruzzo, se il passaggio di Marianna Scoccia all’opposizone sembra aver lasciato piuttosto indifferenti i membri della maggioranza, spuntano crepe profonde all’interno della stessa coalizione.

La maggioranza si ferma all’elezione del Garante per l’Infanzia. La nomina slitta al prossimo Consiglio regionale d’Abruzzo, per la presenza di franchi tiratori all’interno della stessa maggioranza.

Consiglio regionale caratterizzato da messaggi più o meno diretti tra i partiti della maggioranza, che non riescono a trovare la quadra per elezioni importanti, a partire, appunto, da quella del Garante dell’Infanzia, per cui bisognerà attendere ancora.

Sul filo di lana anche l’elezione del componente dell’Istituto Zooprofilattico, all’interno del Consiglio di amministrazione dell’ente. Elezione ricaduta su Davide Calcedonio Di Giacinto, passata però soltanto con 12 voti favorevoli, quindi senza la maggioranza al completo.

banner_doc

 

 

 

 

 

 

Così ha commentato l’odierna seduta del Consiglio regionale il consigliere del M5S Pietro Smargiassi ai microfoni del Capoluogo

Queste sono le prime crepe di una maggioranza che va in difficoltà. Evidentemente l’unione tra le parti, seppur cementata dalla figura di Lorenzo Sospiri, in particolare nell’ultimo Consiglio, oggi non ha retto e sono venute fuori le mancanze. Nel caso del Garante dell’Infanzia non si è riusciti nell’elezione, poiché sono mancati dei voti, e nel caso dell’Istituto Zooprofilattico l’elezione è stata in bilico fino alla fine: ci sono 4 persone che chiaramente non seguono le indicazioni della maggioranza”.

Queste le dichiarazioni rilasciate al Capoluogo dal vice Presidente della Giunta regionale, Emanuele Imprudente, e del consigliere regionale Marianna Scoccia, fresca di passaggio all’opposizione.

Nel corso della seduta odierna, il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità il progetto di Legge “Medicina dello Sport e tutela sanitaria delle attività sportive e motorie”. Si tratta di un provvedimento che prevede un riordino complessivo delle attività di medicina sportiva, esplicitando oltre ai requisiti, le funzioni attribuite alle strutture di Medicina dello sport della Regione Abruzzo che si articolano principalmente in tre ambiti di intervento: la Tutela sanitaria delle attività sportive agonistiche, la Tutela sanitaria delle attività sportive non agonistiche e la promozione e prescrizione dell’attività fisica nella popolazione generale.

Consiglio regionale d’Abruzzo, niente Garante per l’Infanzia

È l’avvocato atriano Davide Calcedonio Di Giacinto il designato a ricoprire il ruolo di componente nel Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale”. La votazione è avvenuta nell’odierna seduta del Consiglio regionale. In aula erano 16 i consiglieri regionali presenti che hanno preso parte alla votazione con il seguente risultato: 12 voti sono andati a Di Giacinto, 2 schede sono risultate nulle, 2 schede sono risultate bianche. Di Giacinto è quindi risultato designato con 12 voti favorevoli e la sua nomina spetterà al Presidente della Giunta regionale Marco Marsilio.

Rinviata al prossimo Consiglio regionale invece la nomina a Garante dell’Infanzia dell’avvocato civilista Maria Concetta Fallivene, che dopo tre votazioni non ha ottenuto la maggioranza dei voti dei consiglieri assegnati al Consiglio regionale necessari per l’elezione.

Consiglio regionale, ricomposto collegio garanzie statutarie

Ricomposto il Collegio delle Garanzie Statutarie del Consiglio regionale dell’Abruzzo. Nella seduta odierna l’Assemblea legislativa con 29 voti a favore ha eletto gli avvocati Isidoro Gianluca Malandra, Nicola Sisti e Antonio Iulianella.

Il Collegio per le Garanzie Statutarie è annoverato nello Statuto della Regione Abruzzo tra gli strumenti di garanzia, quale organo di consulenza della Regione. Gli articoli 79 e 80 dello Statuto stabiliscono la composizione, la durata in carica e le funzioni fondamentali, riservando alla legge regionale la disciplina dei principi e delle modalità per l’elezione ed il funzionamento del Collegio.

Il Collegio ha sede e si riunisce a L’Aquila nella sede del Consiglio regionale

Consiglio regionale, i punti dell’odg

Era in programma oggi, a partire dalle ore 15, la seduta del Consiglio regionale con i seguenti punti all’ordine del giorno: “Progetto di legge 59/2019: Medicina dello sport e tutela sanitaria delle attività sportive e motorie”; elezione dei componenti del Collegio regionale per le Garanzie Statutarie; elezione del Garante per l’infanzia e l’adolescenza; designazione di un componente in seno al Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise “G. Caporale”. La seduta sarà svolta adottando tutte le necessarie precauzioni e con l’utilizzo dei dispositivi atti a garantire il rispetto delle misure di contenimento del virus Covid-19.