Ricostruzione e semplificazione, Legnini firma l’ordinanza 100

Tutti i dettagli relativi all'ordinanza 100 firmata dal Commissario Giovanni Legnini per la ricostruzione post sisma 2016.

Il Commissario straordinario per la ricostruzione post sisma 2016, Giovanni Legnini, ha firmato l’ordinanza 100 per semplificare e accelerare la ricostruzione privata. I dettagli.

In attuazione dell’art. 12 bis del decreto legge 189/2016, il Commissario straordinario Giovanni Legnini ha firmato l’ordinanza 100 con l’obiettivo di accelerare la ricostruzione privata del cratere 2016, attraverso lo snellimento delle procedure.

L’ordinanza “definisce una nuova procedura per ottenere i contributi pubblici alla riparazione degli immobili danneggiati dal sisma; prevede tempi certi per tutti i passaggi del procedimento; stabilisce i compiti di ciascun attore della ricostruzione”.

“Abbiamo voluto produrre degli strumenti di illustrazione e approfondimento delle decisioni assunte e dei conseguenti profili attuativi” ha sottolineato Legnini. “Si tratta di un passo importante verso un’estesa e responsabile partecipazione e condivisione della ‘comunità della ricostruzione”.

banner_doc

Ordinanza 100, l’ambito di applicazione.

Per quanto riguarda l’ambito di applicazione, “le disposizioni della presente Ordinanza, in attuazione dei principi di semplificazione amministrativa e dell’articolo 12-bis del decreto legge n. 189 del 2016, convertito con modificazioni dalla legge n. 229 del 2016, e di seguito denominato “decreto legge”, sono finalizzate a definire le modalità procedimentali della semplificazione e accelerazione degli interventi edilizi della ricostruzione privata,nonchédella concessione del contributo, entro i limiti di importo di seguito stabiliti dall’art. 3.2. La presente disciplina si applica a tutti gli interventi di riparazione, consolidamento, adeguamento sismico, ricostruzione anche previa demolizione escluse le delocalizzazioni, e alle relative varianti, anche in accollo rispetto al contributo massimo concedibile, degli edifici residenziali e produttivi, che presentano danni lievi o gravi, anche con le modalità degli interventi unitari, volontari o obbligatori”.

Ordinanza 100, i titoli abilitativi.

“Agli interventi edilizi della ricostruzione privata si applicano le norme del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, recante “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”, in quanto compatibili con quanto disposto dal decreto legge. 2. Ai fini della disciplina dei procedimenti di concessione dei contributi, degli interventi edilizi e dei controlli, di cui all’art. 12-bis del decreto legge, non trovano applicazione le disposizioni delle Ordinanze in materia di titoli abilitativi e contributi, e dei relativi procedimenti di rilascio, nelle parti in contrasto o incompatibili con la presente Ordinanza.3. La piattaforma informatica indica le modalità operative per i procedimenti di cui ai commi precedenti ai fini dell’attuazione degli interventi edilizi disciplinati dalla presente Ordinanza”.

Ordinanza 100, limiti di importo delle procedure disemplificazione.

Le procedure di semplificazione ed accelerazione della ricostruzione privata disciplinate dalla presente Ordinanza si applicano a tutti gli interventi di riparazione, ripristino, adeguamento sismico e ricostruzione anche previa demolizione degli immobili privati per i quali il costo convenzionale, al netto dell’IVA, determinato con certificazione dal professionista, sia pari o inferiore a: Euro 600.000,00, per gli interventi di immediata riparazione per il rafforzamento locale degli edifici residenziali e produttivi che presentano danni lievi; Euro 2.000.000,00, per gli interventi di ripristino con miglioramento o adeguamento sismico o di nuova costruzione per le abitazioni o le attività produttive che presentano danni gravi; Euro 7.500.000,00, per gli interventi unitari volontari o obbligatori.

[CLICCA QUI per consultare il testo completo]