Cura Abruzzo 2, 70 milioni per imprese e turismo fiaccati dal Covid 19

70 milioni per la Cura Abruzzo 2: fondi a imprese, turismo, famiglie, zone rosse, associazioni sportive, borse di studio e altri settori particolarmente danneggiati dalla crisi economica del Coronavirus. I dettagli

70 milioni per la Cura Abruzzo 2: è stata approvata dopo un consiglio regionale durato l’intera giornata di ieri il progetto di legge “Disposizioni urgenti a favore dei settori turismo, commercio al dettaglio ed altri servizi per contrastare gli effetti della grave crisi economica derivante dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

La norma prevede uno stanziamento complessivo di 70 milioni di euro in favore di numerose misure d’intervento per diversi settore dell’economia regionale: a favore del settore del turismo, del piccolo commercio, di alcuni servizi alla persona che sono stati obbligati alla chiusura o che hanno avuto sospesa l’attività indirettamente per le misure di restrizione, che hanno risentito del grave turbamento economico derivante dell’emergenza sanitaria.

banner_doc

Cura Abruzzo 2: le cifre

Alcune cifre:

  • 40 milioni di euro a fondo perduto per il settore del commercio, artigianato, professionisti, asili da zero a sei anni e per contributi affitti studenti
  • 1,7 milioni di euro per i comuni delle “zone rosse” e 1 milione di euro per i comuni che hanno dovuto sostenete le spese per l’emergenza Covid
  • 7 milioni di euro per aiuti alle famiglie
  • 3 milioni di euro per Associazioni sportive dilettantistiche e Associazioni culturali
  • 4 milioni di euro per il turismo balneare
  • 3 milioni di euro per erogare tutte le borse di studio tramite le Adsu (andando quindi a coprire anche le borse di studio per gli universitari aquilani, rimasti fuori dai precedenti finanziamenti)
  • 1,5 milioni di euro per attivare il sisma bonus sugli immobili pubblici.
  • 3mila euro a 180 agenzie di viaggio 
  • 200mila euro per i consultori

Cura Abruzzo 2, Febbo: integriamo risorse esigue del Governo nazionale

“Si tratta di una legge importante, una base economica vitale da cui partire per aiutare il sistema economico regionale e integrare le risorse, da noi giudicate, esigue del Governo nazionale la cui capacità finanziaria è sicuramente più importante di quella delle Regioni” così l’assessore alle attività produttive e turismo, Mauro Febbo.

“Vengono introdotte misure per imprese, partite Iva e professionisti, per un investimento complessivo nel tempo  che sfiora gli 80 milioni di euro. Abbiamo al momento la disponibilità di 40  milioni di euro ottenuti attraverso la rimodulazione dei fondi Fesr e Fse e di altre riprogrammazioni su cui comunque stiamo ancora  lavorando”.
“Interveniamo – ha proseguito Febbo – con un fondo perduto per la perdita di incassi nel mese di aprile 2020 rispetto ad aprile 2019,  del 15 % per tutte le imprese e professionisti fino ad un volume d’affari di 120.000 (il Governo il 20%); del 7,5% per volume d’affari da 120 a 400.000 e 5% da 400.000 a un milione. Per le circa 180 agenzie di viaggi con un contributo di EUR 3.000 ciascuna in considerazione del danno subito ma anche del fatto che non ripartiranno presto purtroppo. Si tratta di strumenti in favore delle imprese e dei professionisti per supportarle nella crisi legata all’emergenza Covid-19″.

Cura Abruzzo 2, Santangelo: 270mila euro per il Centro Turistico del Gran Sasso

“La mia proposta di destinare 270mila euro in favore del Comune dell’Aquila da riservare per il Centro turistico del Gran Sasso SpA è stata approvata dal Consiglio regionale ed è inserita in un progetto di legge regionale forse tra i più rilevanti, in termini di ampiezza degli interventi ed entità delle somme impegnate, fino ad oggi esaminato durante la corrente legislatura” ha dichiarato Roberto Santangelo, vice presidente vicario in Consiglio regionale.
“Ritengo sia stato di vitale importanza aver autorizzato questo contributo per l’anno 2020, perché l’intero comparto turistico ha subito una inevitabile pesante battuta di arresto in termini di introiti economici a causa del Codiv-19 e ancora di più per il Centro turistico del Gran Sasso che è stato penalizzato in un periodo dell’anno dove gli appassionati e gli sciatori si riversano sulle nostre montagne per gli sport invernali”.

Riconoscimento anche per Le Grotte di Stiffe, site nel Comune di San Demetrio ne’ Vestini, in provincia dell’Aquila, che entrano a pieno titolo nel patrimonio di interesse turistico regionale.

Cura Abruzzo 2, Scoccia: 200mila euro per consultori

“Esprimo enorme soddisfazione per l’approvazione, in Consiglio Regionale, dell’emendamento da me presentato in favore dei consultori. Il finanziamento di 200.000,00 euro servirà a dare nuova linfa e a rafforzare la rete consultoriale su tutto il territorio regionale, specialmente nelle zone interne dell’Abruzzo dove le aree di fragilità e le situazioni difficili rappresentano un fenomeno sociale importante” dichiara il consigliere regionale Marianna Scoccia.

“La nostra Regione ha il dovere di rafforzare questi presidi territoriali che hanno un delicatissimo compito di ascolto e un’insostituibile funzione di informazione a sostegno della prevenzione e della promozione della salute della donna, soprattutto in età evolutiva. Sono felice di esser riuscita a dare risposte agli abruzzesi e ai tanti operatori di questi centri che riusciranno così ad adempiere, in maniera più agevole, al fondamentale compito di assistenza alle famiglie e alla maternità. Oggi abbiamo compiuto un nuovo passo verso un Abruzzo aperto all’ascolto e vicino alle esigenze sociali dei cittadini. Questo continuerà ad essere il mio obiettivo, costruire un Abruzzo migliore per tutti”