Bar Nurzia resta chiuso: “Ci rivediamo in piazza Duomo”

Fase 2 Covid 19, le porte del Bar Nurzia restano chiuse in attesa della riconsegna dei locali storici in piazza Duomo.

L’AQUILA – Riaperture in centro storico, il bar Nurzia resta chiuso: “Vogliamo tornare in piazza Duomo”.

Nella giornata di ieri, lunedì 18 maggio, sono state molte le attività che hanno ripreso dopo il lockdown da Coronavirus. Molti, però, hanno deciso di non riaprire, come Punto Basilio in viale Nizza, mentre ristoratori ed esercenti sono sul piede di guerra per la mancanza di risposte soddisfacenti da parte del Governo nazionale. Discorso a parte per lo storico Bar Nurzia, che pure, alla fatidica data del 18 maggio, ha deciso di restare chiuso.

“Vogliamo tornare nella nostra vera sede, quella di piazza Duomo” spiega a IlCapoluogo.it Natalia Nurzia. “Ormai è tutto pronto e non si capisce perché non ci vengono riconsegnati i locali. Ho tutti i servizi, mi manca solo di riprendere possesso del locale, ma non me lo riconsegnano perché non viene richiesta l’agibilità. Domani comunque riparte il cantiere e speriamo di tornare presto in piazza Duomo, anche perché lì è tutto nuovo e non c’è più motivo che sia chiuso”.

banner_doc

D’altra parte, la sede storica rinnovata in piazza Duomo si presta ad affrontare le nuove sfide imposte adl Covid-19: “In questo momento in cui le distanze sono importanti, gli ambienti sono grandi e permettono una maggiore sicurezza rispetto a dove eravamo. Avremmo anche lo spazio all’aperto, senza contare che è tutto nuovo, non dovrei nemmeno pulire i filtri dei condizionatori, quindi non ha senso investire altri soldi in una sede temporanea che non garantisce le stesse opportunità”.

Restano da verificare i tempi di riconsegna della sede storica: “Se non mi ridanno il bar in tempi brevi, sono pronta anche a proteste eclatanti”.

(In copertina, foto di repertorio relativa alla sede storica di piazza Duomo)