Quantcast

Ersi, la provincia nomina Cesidio Lobene

Cesidio Lobene, sindaco di Trasacco, nominato componente del Consiglio direttivo Ersi. La nomina da parte del Presidente della Provincia, Angelo Caruso, dopo la scadenza dei termini per l'Assemblea dei sindaci.

Cesidio Lobene nominato componente del Consiglio direttivo Ersi Abruzzo, l’Ente regionale Servizio Idrico.

La nomina è avvenuta da parte del Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, dopo la scadenza dei termini previsti per la designazione del componente del direttivo Ersi – rappresentativo del territorio aquilano – da parte dell’ASSI, l’Assemblea Straordinaria dei Sindaci.

Procediamo con ordine. Il presidente dell’Ersi, Nunzio Merolli, è stato nominato con decreto del Presidente del Consiglio regionale, lo scorso 28 novembre 2019.

Secondo quanto previsto dalla L.R. n.9 del 12.04.2011, sulle ‘Norme in materia di Servizio Idrico Integrato della Regione Abruzzo‘, in merito alla composizione del Consiglio direttivo dell’Ersi si stabilisce una composizione di: un Presidente e quattro componenti. Componenti nominati con decreto del Presidente della Giunta regionale, ma designati, appunto, da ogni Assemblea Straordinaria dei Sindaci, al termine di 30 giorni dalla nomina presidenziale.

Il 18 dicembre 2019, il vice presidente della Giunta regionale ha chiesto la convocazione dell’Assemblea dei Sindaci, anche ai fini della designazione di un componente del Consiglio direttivo Ersi che rappresentasse i sindaci della provincia aquilana.

Considerata, però, l’impossibilità di convocazione di una dell’Assemblea dei sindaci della Provincia dell’Aquila, entro il termine di 30 giorni, la facoltà di nomina è passata nella mani del Presidente provinciale, Angelo Caruso.

In base a quanto previsto – sia dalla L.R. del 2011, sia dallo stesso regolamento dell’ASSI della Provincia dell’Aquila – il componente designato deve essere interno all’Assemblea dei Sindaci, formata da tutti i sindaci della Provincia. La nomina da parte del Presidente Caruso è caduta allora sul primo cittadino di Trasacco, Cesidio Lobene