Quantcast
Cantieri L'Aquila, Ance: partono i primi tamponi agli operai - Il Capoluogo
Cantieri ricostruzione

Cantieri L’Aquila, Ance: partono i primi tamponi agli operai

Partono i primi test anti covid alle maestranze: oggi i primi 100 operai si sottoporranno a test sierologico e tampone. L'Aquila caso unico di cantieri Covid free

Partono i primi test anti Covid agli operai delle imprese ANCE, presso il centro prelievi allestito a spese dell’Associazione degli Imprenditori Aquilani presso l’area dell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio.

Oggi i primi 100 operai si sottopongono a test sierologico e tampone per rodare la macchina. I test saranno inviati all’Istituto Zooprofilattico di Teramo per lo screening preventivo. La tipologia di test scelti è conforme alle indicazioni fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Domani o dopodomani quindi potranno partire i primi cantieri edili Covid free a L’Aquila, caso unico in Italia.

L’attività proseguirà nei prossimi giorni per tutte le imprese che volontariamente ritengono di dover sottoporre a screening le proprie maestranze. La capacità del centro prelievi ANCE è di 500 test al giorno. In poche ore le prenotazioni negli uffici di ANCE L’Aquila hanno superato quota mille ed altre stanno arrivando.

“È questa l’evidenza plastica che le imprese sono più realiste del re – commenta il Presidente dei costruttori Adolfo Cicchetti – Operare in sicurezza, aldilà di ciò che è obbligatorio o meno e delle disquisizioni giurisprudenziali, è prima di tutto un interesse degli imprenditori e non solo per la norma che classifica il contagio come infortunio sul lavoro e non come malattia, con tutto quel che segue sul piano penale. D’altronde già prima dell’ordinanza comunale, nei due mesi di lockdown, stavamo perseguendo, in piena sintonia con la grande maggioranza dei nostri associati, la strada di istituire un laboratorio dedicato alle maestranze per la tranquillità delle nostre imprese e degli operai”.

“Spero sia finalmente evidente che – continua Cicchetti – fermo restando la libertà di scelta degli operai sui tamponi, che peraltro non forniscono patenti di immunità, gli imprenditori aquilani stiano scegliendo la via della massima precauzione possibile, per un attaccamento naturale alla propria città e alle proprie maestranze. Ci auguriamo che questo approccio possa contribuire a rassicurare la cittadinanza e le istituzioni sulla nostra attitudine proattiva e sul condiviso interesse di portare a termine la sfida della ricostruzione e della rinascita, al riparo da ulteriori rischi e calamità sanitarie”.

leggi anche
ricostruzione l'aquila
Il caso cantieri
Cantieri L’Aquila, integrazione al protocollo anti-Covid con ordini professionali
coronavirus mascherina
L'aquila
Cantieri e obbligo tamponi, integrazione all’ordinanza sindacale
centro tamponi
Attualita'
Covid, centro tamponi a Collemaggio per maestranze cantieri
Ricostruzione, il futuro del Cratere
Fase due
Cantieri, dai Comuni del cratere nessuna ordinanza tamponi
L'Aquila in ricostruzione da ponte belvedere
L'aquila
Riapertura cantieri, falsa partenza
cantieri e mascherine
L'aquila
Riapertura cantieri, Ance: “In attesa tamponi lavorazioni a basso rischio”
cantieri e mascherine
Verso il 4 maggio
Cantieri L’Aquila, il Consiglio comunale chiede tamponi preventivi per maestranze
406 cantieri per far ripartire l'Abruzzo
Attualità
Cantieri, Ance L’Aquila: sì a tamponi ma ci dicano come e dove
edilizia
Sostegno all'edilizia
Ecobonus e Sisma Bonus, detrazioni al 110%: istruzioni per l’uso
L'Aquila in ricostruzione da ponte belvedere
L'aquila
Ricostruzione al tempo del Covid 19, una giornata in cantiere