Roccavivi, sconfitto il coronavirus: il panettiere torna a casa

Bentornato Antonio! Roccavivi riabbraccia il suo panettiere, tornato a casa dopo aver sconfitto il Coronavirus.

Bentornato Antonio! Roccavivi riabbraccia il suo panettiere, tornato a casa dopo aver sconfitto il Coronavirus.

Era stato il primo caso registrato di Covid-19 nel territorio comunale di San Vincenzo Valle Roveto. Lo scorso 24 marzo, la notizia che aveva gettato nell’ansia e nello sconforto l’intera vallata.

Antonio, conosciuto da tutti per la sua attività, un forno di famiglia nella vicina Balsorano, era stato il primo contagiato dal coronavirus a San Vincenzo.

Subito il Comune aveva previsto l’attivazione dei protocolli d’emergenza. Il quadro clinico dell’uomo, fortunatamente, non ha sollevato ulteriori preoccupazioni nelle settimane successive al ricovero, ma la paura era tanta, di fronte una malattia dal decorso imprevedibile e di cui ancora si conosce troppo poco.

Solo ieri Antonio è tornato a casa. Ora è guarito, ufficialmente e definitivamente. La comunità di Roccavivi lo ha aspettato tanto e lo ha accolto con la gente ad applaudire sui balconi e un grande striscione di bentornato. Senza paure, solo felice di rivederlo a casa sano e salvo.

L’abbraccio di un paese intero, rigorosamente a distanza in tempi di covid, non è passato inosservato. La pagina Instagram #Wearerocchiciani lo ha festeggiato con un post che ha fatto il giro del web, finendo sulle bacheche ben note dell’Abruzzese fuori sede e della giornalista di origini abruzzesi Selvaggia Lucarelli. Il resto lo ha fatto la felicità dell’intera Valle Roveto, che non vedeva l’ora di tornare ad accogliere il suo panettiere.

 

 

Foto di Mauro Lancia